Home » Sport » Calcio » Serie B » Pescara-Trapani 0-1: non basta una buona ripresa

Pescara-Trapani 0-1: non basta una buona ripresa

di Direttore

Pescara-Trapani-0-1-gol-di-GambrinoDecide una rete di Gambino nella ripresa, ma buona reazione del Delfino in inferiorità numerica per più di un tempo

PESCARA – Il Trapani espugna lo stadio Adriatico Cornacchia di Pescara grazie ad una rete della sua punta, classe ’83, ad inizio ripresa. Delfino bello a metà ed un pizzico sfortunato in una gara caratterizzata dall’inferiorità numerica della squadra di Marino per doppio giallo combinato a Rizzo. La migliore organizzazione tattica premia ai punti la squadra di Boscaglia. Tra i biancazzurri buona prova di Ragusa, Brugman e del neo acquisto Bovo e squadra nel complesso in crescita rispetto a quella di una settimana fa. Prima dell’inizio della partita la squadra biancazzurra rende omaggio al tifoso del Pescara, Marco Bubù, scomparso otto anni fa. “8 anni sono passati: il tuo ricordo è e resterà eterno, Bubù vive” la frase riportata sullo striscione esposto in curva nord.

     Pescara-Trapani-0-1-squadre-a-centrocampoCOSÍ IN CAMPO – Marino ha a disposizione la formazione tipo con Cosic che viene preferito in difesa a Capuano per costituire il reparto con Zauri e Schiavi; a centrocampo rientra Balzano dalla squalifica, esterno con Rossi con Rizzo e Brugman centrali; in avanti Maniero centrale con Ragusa che torna nel suo ruolo di esterno alto e Politano. In panchina il neo acquisto Bovo con Caprari mentre nemmeno convocato l’altro acquisto Samassa. Assente per squalifica Zuparic che era stato espulso nella precedente partita a Castellammare di Stabia. Diversi assenti tra le fila ospiti: squalificato Ciaramitaro, indisponibili Djuric, Lo Bue, Dolenti, Martinelli e Raimondi. 4-4-2 il modulo scelto: Garufo, Pagliarulo, l’ex Terlizzi e Rizzato davanti al portiere Nordi; sulla linea mediana Basso e Nizzetto esterni con Caccetta e Pirrone centrale mentre in avanti il tandem composto da Gambino e Iunco.

angolo-PescaraMEGLIO GLI OSPITI, POCHI PERICOLI – Avvio in sordina del Pescara che fatica a macinare gioco nella prima parte della gara. Più organizzati gli ospiti che restano più compatti e riescono a tenere il pallino di gioco in più occasioni. Al 4′ conclusione di Basso in area che viene deviata dalla difesa biancazzurra con la palla che termina in angolo. Quattro minuti dopo un apertura da sinistra verso destra di Rizzato salvataggio di Balzano sulla linea di porta su pericoloso tiro-cross di Basso. La risposta del Pescara arriva al 19′: punizione di Brugman dai 35 metri che pesca in area il solissimo Cosic che in spaccata non riesce ad impattare sul pallone favorendo la copertura della difesa ospite. Passano tre minuti e su pericoloso cross di Politano dalla destra, Nordi è lesto ad allontanare il pallone di pugno per evitare che qualche maglia biancazzurra potesse chiudere in porta. La squadra biancazzurra si affida a Ragusa e Brugman per creare qualche occasione pericolosa.Pescara-Trapani-0-1-espulsione-Rizzo Al 29′ l’esterno d’attacco del Delfino su azione di contropiede dal fondo sulla sinistra pesca sul secondo palo Politano che di piatto conclude a lato alla sinistra di Nordi. Mentre al 37′ dopo un suo numero in area, pesca Brugman rapido a concludere rasoterra su Nordi che devia di piedi in angolo e qualche istante dopo Iunco su colpo di testa di Ragusa in area tocca con un bracci, ma l’arbitro sorvola.

DELFINO IN 10, DOPPIO GIALLO PER RIZZO – Nel momento migliore del Pescara arriva il doppio giallo di Rizzo che dal 38′ lascia la propria squadra in inferiorità numerica. Finale dal copione scontato con gli ospiti che provano a riprendere il pallino del gioco con la squadra di Marino che arretra qualche metro per  cercare di chiudere il tempo sullo 0-0.

punizione-PescaraDOCCIA FREDDA GAMBINO, IMMEDIATA RISPOSTA DEI BIANCAZZURRI – Vivace inizio di ripresa con Marino che inserisce il neo acquisto Bovo al posto di Politano. Al 2′ destro di Ragusa da limite dell’area con Nordi bravo a deviare in corner e pochi istanti dopo presunta trattenuta in area non rilevata dall’arbitro Fabbri di Ravenna. Pescara che alza il baricentro lasciando spazio al contropiede ospite. Così alla prima occasione, all’8′ arriva il vantaggio ospite con Gambino che riceve un buon pallone in area e con un preciso diagonale conclude alla destra di Belardi. Nemmeno un minuto ed il Pescara risponde con un’azione di rimessa di Brugman che serve Ragusa: bella conclusione da fuori area con pallone che incoccia sulla traversa senza superare la linea di porta. Al 12′ punizione di Brugman dalla sinistra e Schiavi che è bravo ad inserirsi in area ,ma non riesce ad arrivare sulla sfera che viene controllata agevolmente da Nordi .Un  minuto dopo Schiavi da limite dell’area ospite serve in area Ragusa che conclude di prima intenzione con il portiere ospite rapido a sbarrare la strada al giocatore opponendosi di piedi in uscita.

tifosi-TrapaniMARINO PROVA A CAMBIARE,  MA GLI OSPITI PUNGONO DI RIMESSA – Al 21′ su break ospite, Nizzetto con un diagonale, in un’occasione simile a quella che ha portato al vantaggio, conclude in diagonale ,ma Belardi si oppone di piedi. Al 22′ Maniero conclude al volo in area ,ma la palla si spegne di un paio di metri a lato. Marino si gioca le carte Caprari e Sforzini per Cosic, ma sono gli ospiti a sfiorare il raddoppio al 32′: Basso serve sul secondo palo Nizzetto che in spaccata con l’esterno sinistro e palla che esce di poco a lato. Al 39′ terrificante palo interno centrato da Caprari con una conclusione a mezz’altezza a giro dalla sinistra, con Nordi che non arriva sulla sfera che rientra in campo. Si tratta del secondo legno con la squadra di Marino che non è assistita dalla buona sorte.

squadra-del-Pescara-rende-omaggio-a-Marco-Bubu?-Curva-NordTABELLINO:

PESCARA (3-4-3): Belardi; Zauri, Schiavi, Cosic (dal 22′ st Caprari); Balzano, Rizzo, Brugman, Rossi; Politano (dal 1′ st Bovo A.), Maniero (dal 27′ st Sforzini), Ragusa. A disposizione: Pelizzoli, Salviato, Cutolo, Bocchetti, Nielsen, Capuano. Allenatore: Pasquale Marino.

TRAPANI (4-4-2): Nordi, Garufo, Pagliarulo, Terlizzi, Rizzato; Basso (dal 36′ st Pacilli), Caccetta, Pirrone, Nizzetto, Gambino (dal 16′ st Mancosu), Iunco (dal 23′ st Abate). A disposizione: Marcone, Daì, Priola, Feola. Allenatore: Roberto Boscaglia.

Arbitro: Fabbri di Ravenna

Assistenti: Avellano di Busto Arsizio, Colella di Padova e Greco di Lecce

Reti: 8′ st Gambino

Ammoniti: Gambino, Rizzo, Pirrone, Caccetta, Ragusa, Abate, Zauri, Pacilli

Espulso al 38′ del primo tempo per doppia ammonizione

Recupero: 3 minuti nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa.

Pescara-Trapani 0-1: non basta una buona ripresa ultima modifica: 2014-02-01T16:59:59+00:00 da Direttore