Pescara: “A scuola di sicurezza”

Grazie ai consigli dell’orsetto Daddy,mascotte del progetto, i bambini impareranno a difendersi dai pericoli nascosti nei loro spazi vitali.

PESCARA – L’amministrazione comunale  di Pescara in collaborazione con la Asl della città e con la Chicco, che ha ideato l’evento con alcuni pediatri dell’Università di Chieti, ha promosso l’iniziativa “A scuola di sicurezza”. Attraverso un videogioco i bambini  impareranno a seguire  i consigli dell’orsetto Daddy per difendersi dalle piccole insidie presenti a casa, nella propria cameretta, in cucina, ma anche in strada, a scuola o nei parchi cittadini,  migliorando la capacità di giocare, studiare, vivere i propri spazi.

L’assessore al Volontariato del Comune di Pescara Carla Panzino nel corso della conferenza stampa svoltasi ieri, presso la Sala consiliare alla presenza, tra gli altri, dell’assessore alla Pubblica istruzione Roberto Renzetti, del direttore sanitario della Asl di Pescara Gianni Guarino, del Responsabile del Dipartimento materno-infantile dell’ospedale civile Giovanni Visci, di Silvia Di Michele, specialista pediatrica del nosocomio pescarese e di Elena Acquavita, dell’Osservatorio Chicco, di 250 bambini delle scuole elementari del II, IV e X Circolo di Pescara, degli Istituti Nostra Signora e Pie Filippini, e degli studenti delle scuole medie Antonelli e Tinozzi-Pascoli ha illustrato:

Ogni anno  nei Pronto Soccorso degli ospedali italiani si registrano ben 68mila accessi di bambini che hanno subito piccoli o grandi incidenti, un numero sicuramente eccessivo che ha reso urgente l’intervento della Pubblica amministrazione, sensibile nella tutela dei propri piccoli cittadini. Abbiamo dunque sentito inevitabilmente la necessità di dare il nostro contributo alla campagna di sensibilizzazione rivolta specificatamente ai nostri bambini, utilizzando un veicolo che i più piccoli ben conoscono, un videogioco che vede protagonista l’orsetto Daddy, il quale guida i nostri bambini all’interno della propria casa o della scuola o anche nel parco e al piccolo giocatore chiede di indicare quali sono i rischi, i pericoli e le insidie quotidiane da cui deve difendersi, acquistando punti, tradotti in barattoli di miele, ogni volta che individua la ‘trappola’.

Hanno ricordato gli assessori Panzino  e Renzetti:

Pescara  è fortemente impegnata nella difesa dei più piccoli, per i quali presto verrà realizzato all’interno dell’ospedale civile un Pronto soccorso pediatrico riservato esclusivamente ai bambini.  Copie del videogame sono state distribuite ai bambini presenti :un videogioco che si autoinstalla nel computer dando la possibilità ai bambini di regalare, a loro volta, il gioco ai propri amici, gioco che si può anche scaricare da internet cercando l’Orsetto Daddy.

Pescara: “A scuola di sicurezza” ultima modifica: 2010-02-20T02:02:07+00:00 da Donatella Di Biase