Virtus Lanciano-Avellino 1-0: decide una rete di Piccolo

esultanza-giocatori-Virtus-LancianoI frentani tornano al successo dopo quattro giornate di digiuno

LANCIANO (CH) – La Virtus Lanciano si impone di misura, 1-0, sul quotato Avellino, seguito al Biondi con oltre 1.200 supporters. A decidere è un gol di Piccolo. Vittoria meritata per il team di D’Aversa che hanno mostrato una certa prevalenza territoriale per buona parte del match, cercando e trovando il vantaggio e sfiorando il raddoppio in piùoccasioni, Monachello che colto anche un legno. I rossoneri concesso qualcosa solo ad inizio ripresa quando hanno subìto il ritorno degli irpini che sembravano tornati in campo con un altro piglio, ma la Virtus con il passare dei minuti è riuscita a prendere le misure e a controllare il vantaggio. Al Biondi si sono rivisti gli ex Almici e Comi che sono partiti dalla panchina per subentrare a partita in corsa.

Lanciano e Avellino a centrocampoCOSÍ IN CAMPO – D’Aversa ha dovuto fare a meno dello squalificato Troest e dell’infortunato Ferrario ed è stato costretto così a ridisegnare la difesa spostando Aquilanti al centro (affiancato da Amenta) ed impiegando Grossi a destra, invece sulla sinistra è stato impiegato come al solito capitan Mammarella. A completare il reparto arretrato l’estremo Aridità. A centrocampo Bacinovic afiiancato dalle ali Vastola e Conti. Davanti Monachello supportato da Piccolo e Thiam sulle corsie esterne.

punizione LancianoNell’Avellino assenti gli indisponibili Visconti e Vergara. Rastelli ha optato per il 4-3-1-2 con Gomis tra i pali, pacchetto difensivo completato dai terzini Pisacane e Bittante e dalla coppia di centrali Ely-Chiosa. In mediana gli esterni D’Angelo e Zito di supporto ad Arini. In avanti Schiavon dietro le due punte Castaldo e Trotta.

IL MATCH – Al 7’ punizione di Mammarella dalla destra, blocca Gomis. Al 22’ una conclusione di Grossi da poco fuori area va di non molto sopra la traversa. Al 25’ schema su punizione, Piccolo dalla sinistra mette pericolosamente in mezzo, la difesa irpina si rifugia in angolo. Al 28’ punizione di Zito battuta sulla destra, respinge Aridità.

gol Lanciano con PiccoloAl 33’ Virtus in vantaggio: manovra offensiva dei frentani, flipper in area, Piccolo trova la zampata vincente. Al 37’ Mammarella mette in mezzo per Monachello che appoggia per Piccolo che si fa ribattere la conclusione da Gomis. Al 40’ angolo battuto da Schiavon sulla destra, Ely di testa manda sul fondo. al 46’ Monachello riceve da Grossi e in girata da limite con un rasoterra manda di un soffio a lato.

punizione AvellinoNella ripresa al 3’ Trotta guadagna palla, si addentra in area e si fa ribattere la conclusione da Aridità. Al 6’ Zito lancia Trotta che in girata manda di un nulla sopra la traversa. Al 9’ punizione in area battuta da Bacinovic, respinge Gomis. Al 18’ su una ripartenza rossonera cavalcata di Monachello che con un rasoterra centra il palo. Al 24’ angolo battuto da Mammarella sulla destra, Monachello di testa manda sul fondo. al 48’ punizione di Zito, Ely di testa manda sopra la traversa.

tifosi Virtus LancianoTABELLINO:

Virtus Lanciano (4-3-3): Aridità, Aquilanti, Mammarella, Amenta, Monachello, Thiam, Piccolo (21’ st Gatto), Vastola (15’ st Di Cecco), Conti, Grossi (42’ st Paghera), Bacinovic A disposizione: Petrachi, De Silvestro, Nunzella, Cerri, Agazzi, Pinato Allenatore: D’Aversa

Avellino (4-3-1-2): Gomis, Zito, Arini, Ely, D’Angelo (10’ st Almici), Castaldo (43’ st Comi), Schiavon, Pisacane, Bittante (43’ st Mokulu), Chiosa, Trotta A disposizione: Frattali, Fabbro, Sbaffo, Regoli, Kone, Angeli Allenatore: Rastelli

Arbitro: Minelli (sezione di Varese)

tifosi AvellinoAssistenti: Alassio (sezione di Imperia) e Borzomì (sezione di Torino)

IV Uomo: Vesprini (sezione di Macerata)

Rete: 33’ pt Piccolo

Ammoniti: Vastola e Conti (VL), Zito, Trotta, Almici e Schiavon (A)

Espulsi: nessuno

Angoli: 9-4

Recupero: 2 minuti nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa

Spettatori: 3.900.

Virtus Lanciano-Avellino 1-0: decide una rete di Piccolo ultima modifica: 2015-03-14T17:38:31+00:00 da Francesco Rapino