Home » Ambiente » La cura del Fiume Vibrata viene dalla biotecnologia

La cura del Fiume Vibrata viene dalla biotecnologia

di Donatella Di Biase

Domani al via il primo trattamento basato su un metodo biologico a zero impatto ambientale

Parte domani, 6 giugno, dalle ore 10.00, il disinquinamento  basato sulla  biotecnologia del tratto terminale del fiume Vibrata nei pressi del ponte ciclo-pedonale, sul territorio fra Alba Adriatica e Martinsicuro. Sarà attuato il primo intervento   con un sistema ecocompatibile ed economico . Si tratta di un metodo che prevede l’utilizzo di biopromotori , miscela di batteri ed enzimi già presenti in natura , in grado di accelerare, amplificare e rendere molto più efficienti i normali processi di autodepurazione.Tale metodo in sostanza  aumenta la capacità dell’ecosistema di rigenerarsi

L’assessorato all’Ambiente si servirà una società leader nel settore delle tecnologie di biorisanamanto ambientale: la Eurovix srl che ha messo a punto una bio-tecnologia  per la sanificazione degli ecosistemi acquatici di piccole e grandi dimensioni in grado di ripristinare le capacità di autodepurazione e le catene trofiche.

L’assessore all’Ambiente, Francesco Marconi, gli esperti dell’azienda e i tecnici dell’Istituto Zooprofilattico “Caporale” Abruzzo e Molise saranno a disposizione degli organi di informazione che sono invitati ad assistere all’operazione.

La cura del Fiume Vibrata viene dalla biotecnologia ultima modifica: 2011-06-05T01:56:43+00:00 da Donatella Di Biase