Domenica, 21 marzo: ultima giornata senz’auto

La maxi-isola, prevista dalle ore 9.00 alle 14.00, è una novità in quanto iniziativa intercomunale. Messi a disposizione dalla Gtm 4 bus navetta.

PESCARA -Si sta preparando la quarta domenica senz ‘auto, che interesserà un’area molto vasta  in quanto saranno coinvolti  altri comuni confinanti con Pescara. Prendendo in prestito le parole da Flaiano ci viene da dire .”ci sono molti modi per arrivare , il migliore è non partire”…..in auto.

L’assessore alla Mobilità del Comune di Pescara Berardino Fiorilli al termine della riunione di ieri con gli uffici tecnici per la definizione delle ‘isole’ ha annunciato che un’intera città sarà  chiusa alle auto, dalla riviera nord ai Colli Innamorati, dal confine con Montesilvano sino a Francavilla al mare compresa che, per la prima volta, con San Giovanni Teatino, Spoltore e la stessa Montesilvano, parteciperà all’ultima giornata senz’auto organizzata per domenica prossima, 21 marzo. Sono ormai in via di definizione i perimetri delle aree cittadine che per il primo giorno di primavera verranno chiuse al traffico, per formare la maxi ‘isola’ pedonale mai sperimentata sino a oggi. L’inizitiva vedrà il coinvolgimento della provincia di Pescara e di Chieti con un unico obiettivo: sensibilizzare la cittadinanza circa la possibilità di promuovere una mobilità alternativa ai veicoli privati, spostandosi sul territorio a piedi o utilizzando le bici, i pattini o anche i mezzi pubblici, come i quattro bus-navetta che domenica ancora una volta saranno a disposizione gratis per i passeggeri.

Ha detto Fiorilli:

Pescara ha ormai tracciato quello che sarà il perimetro dell’area interdetta alle auto che comprenderà tutta la città, ossia il centro, i Colli Innamorati e l’intera Porta Nuova, tra cui anche San Donato e Villa del Fuoco. In sostanza le auto non potranno transitare nell’area compresa tra il lungomare Cristoforo Colombo, via Andrea Doria, un piccolo tratto di via Marconi, il Ponte Risorgimento, via Paolucci, lungomare Matteotti, via della Riviera, via Arno, strada del Palazzo, strada Colle Scorrano, via Di Sotto, via Colli Innamorati, via Prati, via Pian delle Mele, via Aterno, strada Vicinale Torretta, via Breviglieri, via Tiburtina, via Fontanelle, via Tirino, strada della Bonifica e via Celommi. Ma non solo: verrà chiuso alle auto anche un ampio tratto di via Primo Vere, dunque il lembo sud del lungomare, per ricollegarsi all’isola di Francavilla al Mare che, per domenica 21, chiuderà ai veicoli proprio la riviera. All’interno dell’isola, su Pescara, abbiamo previsto come sempre delle ‘valvole di sfogo’, come l’asse via della Pineta-via Tirino, l’anello via Da Vestea-via Vittoria Colonna- via Conte di Ruvo-via Marco Polo, o ancora via Solferino-via Cadorna-via Tiepolo-via Salita Zanni-strada Colle Marino-strada Pandolfi-via di Sotto, o infine l’asse via Caravaggio-via Raffaello, via Ferrari-via Alento.

Il blocco delle auto resterà in vigore dalle 9 alle 14, un orario che consentirà di fronteggiare meglio la chiusura di un’area così vasta con Francavilla al Mare che chiuderà la riviera, San Giovanni Teatino che vieterà il traffico sull’intero asse di via Tiburtina fino al centro cittadino, Spoltore che vieterà ai veicoli l’intera frazione di Villa Raspa, situata proprio a ridosso del capoluogo adriatico, e infine anche Montesilvano che alla fine ha deciso di aderire all’iniziativa di sensibilizzazione chiudendo alle auto un tratto di corso Umberto.

Si spera che l’ esperimento  possa esssere ripetuto in futuro.Confermati su Pescara i bus navetta, messi a disposizione dalla Gtm, che per il primo giorno di primavera saranno quattro per garantire la copertura dell’intero territorio e assicurare agli utenti la possibilità di spostarsi gratis all’interno dell’isola.

Ha proseguito l’assessore:

confermata la linea Santa Filomena che, con partenze ogni venti minuti da piazza Italia transiterà su corso Vittorio Emanuele, viale Bovio, Santa Filomena; la linea Colli   partirà dal Terminal bus per percorrere via De Gasperi, via del Circuito, via Fonte Romana, via Monte Faito, Case Gescal, via Di Sotto, strada Pandolfi, strada Colle di Mezzo, via Tiberi, via Arapietra, garantendo i collegamenti verso l’ospedale e il cimitero; la linea stadio partirà da piazza della Repubblica e attraverserà corso Vittorio Emanuele, ponte Risorgimento, viale Marconi, viale Pepe, Antistadio; infine la linea aeroporto partirà da piazza della Repubblica per percorrere corso Vittorio Emanuele, ponte Risorgimento, viale Marconi, via Conte di Ruvo, via Tiburtina sino all’aeroporto-Auchan. Ovviamente invitiamo la città e l’intera provincia a partecipare all’iniziativa che siamo certi riscuoterà lo stesso successo delle tre precedenti domeniche.

Domenica, 21 marzo: ultima giornata senz’auto ultima modifica: 2010-03-18T12:15:40+00:00 da Donatella Di Biase