Pescara, colonnine di ricarica per veicoli elettrici: accordo Comune-Enel X

centraline ricarica

Ieri la firma; a settembre le prime 10 entro l’anno la dislocazione su tutto il territorio cittadino

PESCARA – Ieri  mattina è stato firmato un protocollo d’intesa fra il Comune di Pescara e la società Enel X, l’Unità del Gruppo Enel dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali, che prevede l’installazione di 19 colonnine di ricarica per veicoli elettrici nel territorio comunale, al fine di incentivare la mobilità sostenibile cittadina e favorire la creazione di percorsi turistici a zero emissioni.

Il progetto, presentato dall’Amministrazione  a Palazzo di Città insieme ai rappresentanti di Enel X Fabio Ugolini, responsabile polo vendite area centro Enel X, Ignazio Cordella e Luca Ferroni dello staff Enel X che segue il progetto, prevede la realizzazione e la gestione di una rete di ricarica elettrica in ambito urbano attraverso 19 colonnine e due Juice Pole Station, i lampioni pubblici hi-tech che, oltre alla più tradizionale funzione di illuminazione, permetteranno di fare anche il “pieno” dell’auto, ospitando anch’essi due centraline di ricarica ognuno.

“Poche cose sono certe e positive come il cambiamento – così il sindaco Marco Alessandrini- diffondendo il mezzo elettrico si accorciano le distanze con il futuro, perché è nel corso delle cose che l’automobile debba mutare pelle nel secolo successivo, in nome dell’ambiente. Sono contento di questa possibilità che accogliamo a braccia aperte nella nostra città perché le colonnine delle ricariche sono tipiche del paesaggio urbano delle metropoli, Pescara ha questo sguardo al futuro perché il suo è il Dna di una città che vuole crescere”.

Enel centraline ricarica“Ringrazio Enel X per questa importante sperimentazione che ci inserisce a pieno titolo fra le città sostenibili d’Italia – aggiunge il vicesindaco Antonio Blasioli- Abbiamo lavorato insieme con i rispettivi comparti tecnici per studiare le localizzazioni più adeguate al nostro territorio e al paesaggio, abbiamo già individuato i punti ove collocare le centraline e i due pali intelligenti, siamo in grado di avviare questa positiva rivoluzione in nome di un futuro più sostenibile e con servizi innovativi sulla città.

Enel X inizierà già tra 10 giornoi il montaggio delle prime 10 centraline di ricarica che quindi potranno essere pronte già per la prima settimana di settembre. Per Pescara poter contare su 19 centraline e due pali intelligenti non significa solo entrare nel futuro ed essere annoverata fra le città sostenibili, ma anche incentivare l’acquisto e soprattutto l’utilizzo di macchine elettriche. Stiamo puntando molto sull’uso delle bici realizzando una vera ciclopolitana nella città, con il trasporto pubblico e le auto elettriche pensiamo di contribuire alla lotta contro l’inquinamento atmosferico che nei periodi invernali fa segnare spesso dei superamenti dei limiti delle polveri sottili”.

“Grazie alla positiva collaborazione con l’amministrazione comunale è già stata formulata una proposta definitiva per la localizzazione delle infrastrutture di ricarica, con apposite aree di sosta delle automobili e dei motocicli elettrici – così Fabio Ugolini, responsabile polo vendite area centro Enel X – Siamo contenti di aver trovato un’amministrazione così lungimirante nel nostro percorso, verso temi come sviluppo sostenibile e mobilità elettrica a cui Enel X è attenta e vicina.

La rete di ricarica verrà realizzata e gestita da Enel X ed entrerà a far parte del piano nazionale dell’azienda per l’installazione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici, che vedrà la posa di circa 7mila colonnine entro il 2020, per arrivare a 14mila nel 2022. Tale programma prevede una copertura capillare in tutte le Regioni italiane e contribuirà alla crescita del numero dei veicoli elettrici e ibridi circolanti. Con l’Amministrazione comunale testeremo e svilupperemo prodotti a valore aggiunto e servizi innovativi che sempre più stiamo promuovendo a livello nazionale, come i pali della luce intelligenti che hanno più funzioni e si possono integrare ricariche elettriche wi-fi e videosorveglianza. Questa la strategia, noi crediamo molto in questo progetto che entro la fine dell’anno verrà concretizzato”.

“Un piccolo passo che migliora notevolmente sia il livello di sostenibilità di Pescara, che i servizi alla comunità – dice l’assessore all’Ambiente Simona Di Carlo– Sono diverse le azioni sulla mobilità che consentono di migliorare anche la qualità dell’aria, questa Amministrazione intende perseguirle percorrendo la strada moderna e al passo coi tempi dell’innovazione tecnologica. Le centraline rappresentano la perfetta fusione di queste due dimensioni e ne aggiungono un’altra, quella della sensibilizzazione: ora che Pescara sarà capillarmente dotata di colonnine, aumenteranno di certo anche le auto elettriche”.

“Abbiamo lavorato congiuntamente con il settore mobilità per studiare le localizzazioni migliori per il servizio – sottolinea Luca Ferroni, che ha seguito il progetto per Enel X – Il modello prevede infrastrutture di ricarica di qualunque tipologia di cliente. Il nostro modello è operativo, è gestibile con una App che soppianterà le vecchie tessere la ricarica, attivandosi già avvicinandosi alla colonnina, con la possibilità di prenotare la ricarica. Molto importante è anche il bilanciamento delle reti e per questo abbiamo studiato un piano per identificare le aree dove collocare le colonnine.

Si tratta di una classica infrastruttura che include una ricarica per kilowat mono fase e trifase dove collegare auto, motocicli e cicli elettrici. Il piano copre le zone più sensibili della città. Una struttura sarà in viale Primo Vere con un’area di sosta libera per agevolare l’accesso e la disponibilità dei servizi, poi via Luigi Polacchi, via Luisa D’Annunzio zona Aurum, via Falcone e Borsellino, Lungomare Colombo all’altezza della Meridiana, via Italica zona stazione Porta Nuova, via Cetteo Ciglia nel parcheggio, via Lago di Capestrano nell’area di accesso della Tiburtina, via Marco Polo, Torri Camuzzi, parcheggio mercato Ittico, via Bologna e zona Inps, via Caduti di Nassiryia, via Enzo Ferrari, via di Sotto, via Diaz, Nazionale Adriatica e via Pasolini.

L’area di intervento infine per il progetto pilota dei pali intelligenti sarà in centro, nella zona di Corso Vittorio che sfocia a Piazza Primo Maggio, i pali inglobano la ricarica elettrica e l’illuminazione pubblica. I tempi di ricarica variano a seconda dei veicoli e delle necessità, una ricarica per auto normale può richiedere circa 2 ore di tempo”.

“I pali di illuminazione pubblica con servizio di ricariche elettrica con stesse performance di una stazione di ricarica per sostenibilità ambientale ed economica – conclude Ignazio Cordella, area Innovation di Enel X – Pescara sarà la prima municipalità in Italia ad avere questa soluzione, con la speranza che da qui si persegua questo tipo di strategia. Installeremo due pali su Corso Umberto nei pressi del Bar Berardo. Si tratta di un normale palo di illuminazione pubblica, pensato per sostituire pali a fine vita, in ognuno dei quali sono integrati due punti di ricarica, con questa soluzione ci si svincola da tutti i problemi paesaggistici e si possono inglobare anche altri servizi, il wifi pubblico, ad esempio e sensori per monitoraggio ambientale”.

Pescara, colonnine di ricarica per veicoli elettrici: accordo Comune-Enel X ultima modifica: 2018-07-11T16:21:41+00:00 da Redazione