Vigor Lamezia-Giulianova 1-1: entra Picone, giallorossi concreti

LAMEZIA (CZ) – Massimo risultato con il minimo sforzo o quasi. In una gara che si mette subito in salita per i giallorosssi, sotto dopo appena 8 minuti, il pari suona come risultato positivo anche perchè sono i padroni di casa a fallire più volte il raddoppio. La gara cambia di rotta con l’ingresso al 22′ della ripresa di Picone che evita la sconfitta contro una diretta concorrente alla corsa playoff. Nel prossimo turno di mercoledì prossimo giallorossi impegnati nel derby al Fadini contro il Chieti.

IN CAMPO – Padroni di casa in campo con il 4-2-3-1 con Forte tra i pali e linea difensiva costituita da Rondinelli, Marchetti, Gattari e Bonasia. A centrocampo i due mediani Cerchia e Giuffrida con Lattanzio (preferito a Cane), Catalano e Mancosu di supporto all’unica punta De Luca. Assente Mangiapane squalificato (al suo posto il ’91 Catalano). Gli uomini di De Patre che hanno dovuto rinunciare a D’Aniello infortunato nel riscaldamento, con il 4-4-2 composto da Merletti in porta, Cavasinni , Terrenzio , Faragalli e Bruno in difesa. A centrocampo Bontà, Giustini, D’Alessandro e Della Penna con il tandem offensivo costituito da Morga e Pirelli.

IL MATCH – Passano appena otto minuti e la Vigor è già in vantaggio: calcio di punizione di De Luca dal vertice destro dell’area di rigore e pallone che si infila sotto l’incrocio dei pali. La gara la fa la squadra di casa che tuttavia si limita a controllare l’avversario e rischia di far male solo al 29′ con De Luca che approfitta di un’esitazione di Terrenzio per mettere al centro per Lattanzio che non arriva alla deviazione. Il Giulianova ci prova solo con due conclusione dalla distanza: al 31′ Della Penna calcia da 30 metri abbondantemente a lato e al 41′ Morga conclude da fuori area centralmente e non crea problemi a Forte.

La ripresa si apre con Rinaldi per Bontà e con i calabresi che impegnano in avvio severamente Merletti con una conclusione in area piccola di De Luca: palla in corner. Sono i ragazzi di Costantino ad provarci dalla distanza senza grossa convinzione e a creare qualche apprensione in area di rigore con il solito De Luca su punizione ma la difesa devia in angolo.

Due cambi che danno più brio ad un Giulianova con il freno a mano: al 60′ con Valori per Giustini e soprattutto al 70′ con Picone che prende il posto di Pirelli in attacco. Al 65′ primo segnale di risveglio con Morga di testa ma la conclusione è troppo sul portiere che si ritrova il pallone tra le mani. Quindi al 73′ Picone raccoglio un perfetto cross dal fondo di Valori per anticipare la difesa ospite e colpire di testa in tuffo. La Vigor non ci sta e il tecnico manda in campo Romero e Cane per Lattanzio e Catalano. Nel finale di gara da registrare su un lancio lungo da centrocampo un prodigioso intervento in uscita di Merletti che arriva prima di Mancosu sul pallone.

TABELLINO:

Vigor Lamezia (4-2-3-1): Forte; Rondinelli, Marchetti, Gattari, Bonasia; Cerchia, Giuffrida; Lattanzio (33’ st Romero), Catalano (31’ st Cane), Mancosu; De Luca. A disp. Calderoni, Mercurio, Visone, Sbravati, Erbini. All. Costantino.

Giulianova (4-4-2): Merletti; Cavasinni , Terrenzio , Faragalli, Bruno; Bontà (1’st Rinaldi), Giustini  (15’ st Valori ), D’Alessandro , Della Penna; Morga , Pirelli  (22’ st Picone ). A disp.: Sorrentino, Cecchetti, Khoris, Iachini. All. Di Giannatale.

Arbitro: Sig. Giallanza

Reti: De Luca (V), Picone (G)

Ammoniti: Terrenzio, Cavasinni, Rinaldi, D’Alessandro (G)

Reti: 8’ De Luca (V); 73’ Picone (G).

Recupero: 3 minuti nel primo tempo; 4 minuti nella ripresa

Angoli: 4-2.