Pescara,torna l’ Unità Mobile di Polizia municipale in via Caduti per Servizio

A partire da domani verrà ripristinata l’attività sospesa con l’arrivo dell’emergenza neve

PESCARA – Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ha reso noto che da domani,20 febbraio tornerà in via Caduti per Servizio, a Pescara,  l’Unità mobile della Polizia municipale  . E’ quanto deciso con il comandante del Corpo, Carlo Maggitti che ha sospeso l’attività con l’arrivo dell’emergenza neve che aveva  imposto di reclutare tutte le unità operative disponibili per fronteggiare la situazione e le mille necessità del territorio.Con il ritorno alla normalità  della città si possono ripristinare i vecchi incarichi. Il sindaco ha però precisato che le attività di controllo e monitoraggio non si sono mai fermate come dimostra il report  quotidiano della stessa Polizia municipale.

Ha sottolineato il sindaco:

Via Caduti per Servizio  è ormai divenuta un ‘modello’attuativo, sicuramente grazie al coraggio dei residenti che hanno trovato la forza di reagire ai soprusi di poche famiglie del quartiere denunciando pubblicamente le angherie alle quali venivano sottoposti, le minacce, le paure e anche le ritorsioni che arrivavano dopo ogni operazione di polizia. E che oggi quel rione sia un modello ce l’hanno detto chiaramente anche durante l’emergenza neve altri cittadini che vivono in altri quartieri ‘caldi’ del territorio come via Lago di Capestrano-via Lago di Borgiano, da dove ho ricevuto varie telefonate al cellulare per ricordarmi che gli atti delinquenziali denunciati in via Caduti per Servizio non sono una prerogativa esclusiva di quel quartiere. E io stesso ho però chiesto alle famiglie oneste del ‘ferro di cavallo’ di imitare i propri concittadini e di organizzare un’Associazione con la quale il Comune può aprire un dialogo. Ma ovviamente, se via Caduti per Servizio è un modello, è anche vero che c’è ancora molto lavoro da svolgere per restituire piena sicurezza e tranquillità a tutti i residenti, come ho ricordato ieri nel corso dell’Assemblea: il primo passo sarà l’installazione delle telecamere per la videosorveglianza, un intervento che riguarderà a tappeto l’intera città e per la quale stipuleremo con il Prefetto una convenzione denominata ‘Patto per la Sicurezza’. Nell’attesa già da lunedì prossimo, 20 febbraio, in via Caduti per Servizio tornerà l’Unità mobile della Polizia municipale che io personalmente ho voluto nel quartiere già all’indomani dei primi atti intimidatori contro l’ex Presidente dell’Associazione ‘Insieme per Fontanelle’. Ovviamente l’Unità è stata distolta a inizio febbraio per l’emergenza neve che ci ha costretto a mobilitare tutte le unità operative della Polizia municipale per impiegarle quasi esclusivamente nelle attività inerenti il maltempo. Tuttavia, anche senza l’Unità mobile, che rappresenta sicuramente un deterrente naturale contro la microcriminalità, abbiamo continuato a effettuare i controlli e il monitoraggio sulle strade del quartiere Fontanelle, come dimostrano i report continui che la Polizia municipale mi ha consegnato quotidianamente. Intanto sto lavorando anche per l’apertura di una para-farmacia comunale nel quartiere come abbiamo ricordato ieri ai residenti.