Pescara, maxi-pulizia del Ferro di Cavallo

PESCARA – É stato effettuato ieri un maxi-intervento di bonifica e lavaggio nel ‘quadrato’ del cosiddetto Ferro di Cavallo, nel rione Rancitelli: quattro mezzi della Attiva e dieci operatori hanno  passato al setaccio tutto il complesso popolare, con particolare attenzione all’area antistante il Parco dell’Infanzia, individuando anche una discarica abusiva di inerti all’interno di un’area comunale recintata.

Gli operatori hanno aperto e pulito a fondo tutti i tombini, trovandovi all’interno fango ormai calcificato, hanno spazzato strade e marciapiedi, effettuato lo sfalcio delle aiuole e la derattizzazione e disinfestazione straordinaria. Interventi che stanno interessando tutte le zone periferiche della città per poi passare al centro.

Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia , che nella tarda mattinata ha assistito al maxi-intervento, alla presenza dell’assessore all’Ambiente Isabella Del Trecco, del Presidente della Commissione Ambiente Nico Lerri e del Presidente della Attiva Spa Guglielmo Lancasteri, oltre che di tutto l’Ufficio tecnico comunale, ha spiegato:

per l’autunno l’amministrazione comunale, con la Attiva, ha programmato un intervento di bonifica radicale della città che parte dalle periferie per poi addentrarsi verso il centro urbano. Nella tarda mattinata siamo piombati all’interno del cosiddetto Ferro di Cavallo, terzo target del programma serrato di pulizia messo in cantiere: i dieci operatori della Attiva impiegati sono partiti innanzitutto con l’apertura di tutti i tombini dove, rimossi momentaneamente i sifoni, sono entrati con le attrezzature all’interno delle condotte fognarie per rimuovere montagne di rifiuti. In realtà, come da contratto, la Attiva dovrebbe occuparsi solo della pulizia superficiale dei tombini, mentre la bonifica interna delle condotte spetta all’Aca, ma l’intervento odierno ci ha consentito di renderci conto della situazione disastrosa in cui versano le condotte stesse, rappresentando una fonte di rischio in caso di nubifragi.

Complessivamente il materiale fangoso e calcificato estratto dalle condotte ci ha consentito di riempire un’Apecar. Completata la pulizia interna, tirando fuori fango e pattume, le stesse condotte sono state sottoposte a un intervento straordinario di derattizzazione e disinfestazione. Due operatori, armati di decespugliatori, si sono occupati dell’eliminazione dei polloni attorno agli alberi e dello sfalcio dell’erba, poi altri mezzi della Attiva, due spazzatrici e due idropulitrici, si sono dedicati allo spazzamento di strade e marciapiedi, con relativo lavaggio straordinario. Mentre altri operatori, armati di pompe, hanno lavato e igienizzato le pareti dell’immobile stesso del Ferro di Cavallo e anche gli androni interni, dove nei giorni scorsi alcuni residenti avevano lamentato la presenza di insetti. L’intervento odierno ha interessato anche l’area antistante il Parco dell’Infanzia, nonché un terreno limitrofo, di proprietà del Comune stesso, recintato, ma al cui interno, come traspare dalla rete, c’è una discarica abusiva di inerti. Sul posto è intervenuto il nucleo Ambiente della Polizia municipale per un sopralluogo e per i rilievi fotografici cui farà seguito un esposto. Purtroppo anche oggi molti cittadini hanno lamentato soprattutto problematiche inerenti la manutenzione degli alloggi Ater. Ovviamente l’amministrazione si farà portavoce di tali istanze nei confronti dell’Ater non avendo competenza personale su quegli immobii.