Pescara, al via i lavori riqualificazione quartiere Gescal

PESCARA – L’amministrazione comunale di Pescara si appresta a realizzare il progetto di riqualificazione del quartiere Gescal, nel rione Colli Innamorati. Entro aprile 2011  si dovrebbe infatti completare  il rifacimento di strade, marciapiedi, segnaletica e soprattutto l’opera di abbattimento delle barriere architettoniche, per consentire anche ai diversamente abili di muoversi agevolmente sul territorio.

Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia nel corso della conferenza stampa  convocata  ieri  ha  ufficializzato la consegna del cantiere all’impresa L.P.G. Srl di Teramo, che si è aggiudicata la gara d’appalto e che già  oggi inizierà la fase di allestimento dei lavori. Presenti anche il consigliere comunale Vincenzo D’Incecco, il Presidente  della commissione urbanistica Giovanni Santilli,il Presidente della Circoscrizione Mauro Renzetti con il consigliere circoscrizionale Lorenzo Rossi e il coordinatore del Club delle Libertà di Pescara colli Alessio Di Pasquale, oltre all’impresa, all’architetto Milillo, direttore dei lavori, e al progettista Jairo Ricordi.

Ha detto il sindaco:

oggi realizziamo uno dei punti caratterizzanti del nostro programma di governo, ossia l’affidamento dei primi lavori di riqualificazione di una delle nostre periferie cittadine, il quartiere ex Gescal , un’opera che abbiamo fortemente voluto sin dal nostro insediamento seguendo quella linea di priorità che abbiamo dato alla nostra amministrazione, ossia attenzione per il rilancio di quello che è il cuore pulsante della nostra economia, il centro cittadino, ma senza distogliere l’attenzione da tutto ciò che circonda quel centro, ossia dalla nostra cinta urbana, che ha bisogno di segni distintivi per puntare al risanamento non solo urbanistico, ma soprattutto sociale, attraverso la realizzazione di punti di aggregazione, attraverso la manutenzione dei parchi, ma soprattutto attraverso la progettazione di periferie anche esteticamente belle e funzionali.

E a tal proposito ritengo che l’attenzione dimostrata verso le periferie dal nostro governo cittadino nel nostro primo anno di amministrazione sia più che evidente attraverso opere concrete: penso all’avvio della realizzazione della nuova rete fognaria in via Nazionale Adriatica nord-Zanni, o in via Nazionale Adriatica sud-via Celommi, proprio al confine con Francavilla al Mare. Penso alla rete che stiamo realizzando in via del Circuito, a pochi passi dal rione Gescal, una infrastruttura che servirà proprio a evitare gli allagamenti nella zona dei Colli. Penso a quanto stiamo facendo in via Caduti per Servizio, nel rione San Donato, dove appena due settimane fa abbiamo inaugurato anche una struttura per il primo soccorso. Sono segnali forti che vogliono dare il senso della presenza dello Stato, attraverso la nostra amministrazione, nelle nostre periferie.

E penso anche alla riqualificazione del quartiere Gescal, un intervento che il quartiere ha atteso per anni per restituire decoro a un rione che in realtà può già contare su una bella presenza residenziale, in cui la maggior parte dei vecchi alloggi popolari sono stati riscattati dagli inquilini che ne hanno garantito la manutenzione, inquilini che già sono attivi nella cura dei piccoli angoli verdi sotto casa e ai quali l’amministrazione comunale deve dare sostegno e supporto.

Il sindaco ha poi ricordato come gli studi tecnici comunali abbiano predisposto in meno di quattro mesi i progetti preliminari, definitivi ed esecutivi  per riqualificare il quartiere Gescal.A  inizio aprile è stata pubblicata la gara d’appalto: le opere interesseranno in particolare via Valle di Rose e via Valle San Mauro e prevedono la fresatura della pavimentazione stradale e il rifacimento completo del manto d’asfalto; quindi  si proseguirà con la demolizione e con il rifacimento ex novo dei tratti di marciapiede più dissestati, mentre per i tratti ancora in buono stato  si procederà al solo rifacimento del manto in asfalto.  Verrà effettuato il rialzo di tutti i tombini stradali per riportarli sul piano stradale, verrà rifatta la segnaletica orizzontale e verticale e  si provvederà all’abbattimento delle barriere architettoniche con la realizzazione degli scivoli lungo i tratti di marciapiede situati in corrispondenza degli attraversamenti pedonali per garantire anche ai diversamente abili il diritto di muoversi liberamente sul territorio. L’investimento preventivato è pari a 152mila euro, posto come base del bando di gara.

Ha proseguito il sindaco:

lo scorso 29 aprile si sono chiusi i termini per la presentazione delle offerte: complessivamente sono state 94 le imprese che hanno partecipato al bando presentando la propria offerta: la maggior parte delle aziende proveniva dal centro-sud, ossia dalla Campania, come Afragola o Casal di Principe, o dalla Puglia, dunque Foggia, Bari e dalla provincia di Taranto. Appena sei le imprese del pescarese. Lo scorso 4 maggio sono iniziate le procedure per l’apertura delle buste e la verifica dei requisiti, 3 imprese sono state escluse per assenza dei requisiti richiesti e le procedure si sono concluse con l’aggiudicazione dell’intervento all’impresa L.P.G. Srl di Teramo che ha offerto un ribasso sul prezzo a base d’asta del 25,724 per cento, aggiudicandosi la gara per 112mila 899,52 euro.

Nelle scorse settimane abbiamo completato le procedure di aggiudicazione definitiva sulla base della nuova normativa che ha ulteriormente dilatato i tempi di consegna dei cantieri, normativa divenuta molto più restrittiva e rigida nell’ultimo anno, imponendoci una lunga serie di verifiche e accertamenti per ridurre al minimo il rischio di contenziosi tra pubbliche amministrazioni e imprese private. Oggi  siamo in grado di avviare l’opera, di consegnarla materialmente, opera che dovrà essere conclusa entro 150 giorni di cantiere, e come sempre vigileremo sul rigoroso rispetto della tempistica.

Intanto nei prossimi giorni l’amministrazione procederà con l’affidamento di altri due cantieri importanti su altre due periferie: il Piano di Zona T di Zanni e San Donato.