Orientamento agli Its della Regione Abruzzo

Successo del primo incontro ieri a Pescara – oggi si replica all’Aquila

aula magna ITS PescaraPESCARA – E’ stato un successo il primo incontro di Orientamento agli Its della Regione Abruzzo, ieri mattina all’auditorium Flaiano di Pescara.

La manifestazione sarà replicata oggi, venerdì 21 aprile, all’Aquila, auditorium “Shigeru Ban” conservatorio Casella, via Francesco Savini, dalle 9,30 alle 13.

L’incontro ha portato a Pescara circa 400 studenti, provenienti dagli istituti superiori Aterno-Manthoné, Volta, Di Marzio, Misticoni-Bellisario di Pescara, Itis di Lanciano, Savoia e Pomilio di Chieti, Itis di Vasto e Mario de’ Fiori di Penne.

ORIENTAMENTO AGLI ITS DELLA REGIONE ABRUZZO

L’iniziativa ha proposto anche il workshop di Luciano Ziarelli (esperto coaching), “La storia siamo noi: prove di volo”, un progetto formativo innovativo e fuori degli schemi ortodossi della formazione, un momento di insolita e coinvolgente riflessione sui diversi modi possibili di interpretare il proprio ruolo nella società.

Nel corso del orientamento ITSworkshop sono state affrontate le principali competenze e capacità professionali e personali richieste a chi è studente o lavoratore, dandone una chiave di lettura assolutamente nuova.

I quattro Istituti tecnici superiori abruzzesi,  scuole di alta tecnologia post-diploma sono a Pescara (specializzazione Moda), Lanciano (specializzazione Meccanica), L’Aquila (specializzazione Energia), Teramo (specializzazione agroalimentare).

Erano presenti l’assessore regionale alla Pubblica istruzione, Marinella Sclocco; Carlo Di Michele, per l’ufficio scolastico regionale, Usr; e poi i presidenti dei quattro Its abruzzesi:
Italo Lupo, ITS Moda, Pescara
Gilberto Candeloro, ITS Sistema Meccanica, Lanciano (Ch)
Gianna Colagrande, ITS Energia, ambiente ed edilizia sostenibile, L’Aquila
Giovanni Di Giosia, ITS Agroalimentare, Teramo.

“La Regione crede molto negli Its, tanto che ha finanziato i quattro istituti con un milione di euro”, ha detto l’assessore Sclocco, “Ci crede perché gli Its danno una formazione specialistica post diploma, perché le imprese richiedono specializzazione e noi cerchiamo di formare i ragazzi al futuro, a lavori che oggi non siamo nemmeno in grado di immaginare. In Italia l’80 per cento dei diplomati Its trova un lavoro, metà di questi direttamente nelle imprese che fanno parte delle fondazioni. In Abruzzo accade la stessa cosa, anche se ci sono degli Its che hanno una forza maggiore perché hanno un tessuto economico vicino, più importante, e gli altri ci stanno lavorando”.

Carlo Di Michele, dell’Ufficio scolastico regionale, ha aggiunto: “Quando a un diplomando si chiede cosa farà dopo il diploma, la risposta è: cerco un lavoro o mi iscrivo all’università. Difficilmente qualcuno pensa all’Its, invece questa è una terza finestra molto importante per i numeri, che ha già esposto l’assessore, ma la novità di metodo è che la formazione avviene contemporaneamente dietro a un banco ma anche all’interno di una azienda. E’ un percorso di serie A, come l’università, come un’opportunità di lavoro, che ha una caratteristica specifica: si impara facendo e studiando. Gli Its, proprio perché nascono dalla collaborazione tra la scuola e le imprese, rispondono alle esigenze che abbiamo sul territorio”.

“E’ stato un bel successo”, ha concluso Massimo Renzetti, coordinatore dell’Its Moda Pescara. “Circa 400 studenti presenti, provenienti dalle province di Pescara e Chieti. Molti hanno chiesto informazione agli stand per capire cosa fare per iscriversi subito dopo il diploma. Molto apprezzato, infine, lo spettacolo di Luciano Ziarelli, che ha affascinato la platea”.

CONDIVIDI