Agosto, 2017

19ago21:0023:59Modena City Ramblers in concerto a Tornimparte

modena city ramblers forcelle

Quando

(Sabato) 21:00 - 23:59

Dove

Forcelle-Fraz. Tornimparte

Forcelle 67049 AQ

Informazioni sull'evento

Prosegue il tour dei Modena City Ramblers che oggi fa tappa a Tornimparte in occasione della Festa del contadino, in Località Forcelle. L’occasione per far conoscere il nuovo album “Mani come rami, ai piedi radici”, uscito lo scorso 10 marzo, ma anche per riproporre tutti i loro più grandi successi.

I Modena City Ramblers nascono nell’ormai lontano 1991. il genere musicale proposto viene da loro definito combat folk. Nato da un amore incondizionato per il folk irlandese le cui sonorità rimangono anche dopo l’influenza di altri generi. Il successo arriva a metà degli Anni ’90, precisamente nel 1996 con “La grande famiglia”. Da quel momento ne arrivano altri (ila band vanta 5 album e più di 500 concerti all’attivo) e giunge anche una trasformazione: non più solo combat folk, ma anche patchanka celtica.  Non rinnegano insomma le radici irlandesi, ma vi aggiungono quel meticciato musicale denominato patchanka dai Mano Negra. Negli anni intanto, tra abbandoni e la tragica scomparsa di Luca Giacometti, la formazione cambia più volte, fino ad arrivare a quella attuale, così composta:
Luca Serio Bertolini: chitarra acustica ed elettrica, cori
Franco D’Aniello: tin whistle, flauto, sax, tromba, cori
Massimo “Ice” Ghiacci: basso, cori
Francesco “Fry”Moneti: violino, mandolino, chitarra elettrica, plettri vari
Davide “Dudu”Morandi: voce
Leonardo Sgavetti: fisarmonica e tastiere
Roberto Zeno: batteria, percussioni, cori

Mani come rami, ai piedi radici

“Mani come rami, ai piedi radici” è il loro live che prende il nome dal loro ultimo lavoro composto da 13 tracce che non fanno riferimento alcuno a episodi di cronaca ed eventi storici. A differenza del doppio cd del 2013 “Niente di nuovo sul fronte occidentale”. Un lavoro dove la poesia si accompagna al dialetto, ma anche allo spagnolo e al’inglese. A testimonianza della loro voglia di conoscere, incontrare e intrecciare stili e linguaggi.

Questa la possibile scaletta della serata

Ragas pin de stras
Occupy World Street
Viva la vida
Volare controvento
Tri bicer ed grapa
Clan Banlieue
Marcia balcanica
Welcome to Tirana
Mani in tasca
Il ritorno di Paddy Garcia
Il ballo di Aureliano
Cent’anni di solitudine
El señor T-Rex
Ebano
Oltre il ponte
Morti di Reggio Emilia
Pasta nera
Mia dolce rivoluzionaria
I cento passi
Bella ciao

In un giorno di pioggia
Transamerika
Contessa
Quacet putein

Ingresso libero e gratuito

X
X