Giugno, 2024

24giu20:0022:00"L’Ultima parola" in scena al Florian Espace il 24 giugno

barletti e waas

Quando

(Lunedì) 20:00 - 22:00

Dove

Florian Espace Pescara

valle Roveto, 39 Pescara

Informazioni sull'evento

In residenza artistica al Florian Espace, Lea Barletti e Werner Waas ( Roma - Berlino) lunedì 24 giugno alle ore 20.00 presenteranno "L’Ultima parola" primo studio in due tempi, un lavoro ispirato a L'ultimo nastro di Krapp di S. Beckett e Finché il giorno non ci separi, ovvero una questione di luce di P. Handke, che si avvale delle belle musiche originali di Luca Cancello e della consulenza luci di Pasquale Mari.

Reduci dalle repliche del “Monologo della buona madre” all’Elfo Puccini di Milano, spettacolo già presentato al Florian qualche stagione fa come pure la loro intrigante rilettura di “Clitemnestra”, l’affiatata coppia teatrale Barletti /Waas sfida ancora una volta il senso delle parole e dei personaggi del grande Teatro per restituire immagini e significati nuovi.

Barletti/Waas, noti per i loro lavori intensi, spesso bilingui, su Handke, (come non ricordare lo strepitoso “Autodiffamazione” spettacolo presentato in italiano e tedesco che dopo aver debuttato a Short Theatre a Roma ha fatto tappa a Pescara all’Espace suscitando un notevolissimo interesse) osano mettere alla prova, attraverso due figure dei grandi maestri Beckett e Handke: un personaggio (il Krapp de “L'ultimo nastro di Krapp” di Beckett) e una persona (la donna senza nome di “Finché il giorno non ci separi” di Handke).

La recitazione incontra la performance, il passato incontra il presente, il ricordare incontra il sentire, una pausa artistica incontra una pausa di riflessione, la ripetizione incontra l'imprevedibilità dell'adesso.

Il pubblico assiste allo svelamento di mondi completamente diversi, di uno spazio interiore e segreto dove i confini tra falso e reale si confondono.

Ne nascerà un duetto? O un dialogo a distanza? O due monologhi chiusi ognuno nel proprio spazio? E chi avrà l'ultima parola? L'attore di Beckett o la donna senza nome di Handke?

Ingresso 10 €, ridotto 8 €.