Ottobre, 2018

12ott22:0023:59Jam Ob-Session al Temple Bar

free jam session 29 settembre 2018

Quando

(Venerdì) 22:00 - 23:59

Dove

Temple Bar Pescara

Via Rigopiano, 3 Pescara

Informazioni sull'evento

Sabato 12 ottobre dalle 22 nuovo appuntamento con The Jam Ob-Session (dal 2011), la free Jam Session di stampo funk-soul-blues-afro-rock  che vede Marco Firmani come Maestro delle Cerimonie. Ingresso gratuito. Di seguito alcuni avvisi da parte dell’organizzazione:

PORTARSI IL PROPRIO STRUMENTO come il basso, la chitarra, il sax etc etc se si vuole partecipare (senza il proprio strumento non si suona!!!) e ricordarsi di portarsi anche il proprio cavo. Disponibile batteria, ampli chitarra,ampli basso, microfoni e impianto. Come da tradizione si effettuerà al meglio la gestione dei turni dei musicisti che vogliono partecipare, Il Maestro delle Cerimonie Marco Firmani, che supervisionerà e aiuterà nell’interplay tutti i presenti con il prezioso aiuto dei maestri Nicola Cilli e Francesco Antico.

Qualche piccolo consiglio per il musicista:

  • Cerca di stabilire un contatto visivo e verbale con gli altri musicisti prima di iniziare a suonare (ma anche durante il pezzo), provando ad ascoltare gli altri e incentivando l’interplay. Tutto ciò è finalizzato alla buona riuscita della jam e ricordati che non è una gara.
  • Rispetta il pubblico, che così ascolterà qualcosa di gradevole, piuttosto che un musicisai che si autocelebra e inizia assoli infiniti,senno’ rimani in cameretta a studiare dietro you tube!
  • Tratta bene gli strumenti e ampli che ti offriamo (per strumenti come basso e o chitarra è consigliabile portarsi il proprio),e tieni i volumi come sono e nessun amplificatore si farà male.
  • Se sarai tu a proporre il brano, accertati che sia conosciuto da almeno gran parte dei musicisti che lo suoneranno con te,o comunque spiega almeno le parti fondamentali.
  • L’assolo non è un duello tra musicisti. Se un musicista inizia un solo, ascoltalo e suona piano, accompagnalo in modo che poi al tuo turno succeda la stessa cosa.
  • Non far durare il pezzo 15 minuti, bisogna dare la possibilità a tutti di poter intervenire.
  • Il bassista è il motore della band, lo strumento è stato progettato per suonare le note basse e reggere armonicamente tutto ciò che succede sopra. Il miglior successo di un bassista non è lo slap fine a se stesso o l’assolo a tutti i costi, ma un buon groove.
  • Non è una gara e/o un concorso, pertanto non è nello spirito della jam presentarsi con la propria band e suonare senza “mischiarsi” con gli altri musicisti.
X
X