Zona Franca Urbana: Decreto Milleproroghe convertito in legge

Confermata per Pescara  la Zfu , uno degli  strumenti per il rilancio dell’economia a partire dalle zone più disagiate del territorio.

PESCARA -Il Decreto Milleproroghe è stato definitivamente convertito in legge dal Senato della Repubblica conservando tutte le agevolazioni fiscali relative alla Zona Franca Urbana stabilite nella prima legge 296 del 2006. Lo ha ufficializzato quest’oggi l’Anci in una nota inviata a tutti i 22 Comuni interessati dal provvedimento.

Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ufficializzando il documento ricevuto dall’Anci ha annunciato:

Non solo: per Pescara è stato anche confermato il tetto dei 4milioni 290mila euro fissati per garantire lo sgravio degli oneri previdenziali e reddituali alle nuove imprese che sorgeranno nelle oltre 300 strade individuate all’interno della Zfu. Ora entreremo nella fase operativa: già nei prossimi giorni l’Anci convocherà un incontro per accelerare l’emanazione del decreto attuativo per la predisposizione dei moduli di domanda.

A dispetto dunque di tutte le ‘cassandre’ che per due mesi, tra le fila del Pd pescarese, hanno continuato ad annunciare nefasti presagi sulla Zona Franca Urbana, il Governo ha invece confermato quanto sempre sostenuto dalla nuova amministrazione comunale di centro-destra: Pescara avrà la sua Zfu, uno degli strumenti per il rilancio dell’economia cittadina, partendo dalle zone più disagiate del territorio.

Ha detto il sindaco:

Già lo scorso 11 febbraio, attraverso il Senatore Pdl Pastore , avevamo avuto la prima anticipazione circa la conferma di tutti gli sgravi fiscali previsti sin dal primo giorno nella Zona Franca Urbana, prima attraverso un’azione approvata dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato, poi attraverso l’approvazione in Senato di un maxi-emendamento che aveva confermato le scelte operate già mesi fa dal Ministro Scajola e sempre difese dalla nuova amministrazione comunale di Pescara che, sin dal proprio insediamento, si è attivata per il rilancio di una misura economica completamente ferma, congelata a Roma, una misura che addirittura il passato governo cittadino aveva già annunciato per il 2008. Non solo: lo stesso governo comunale pescarese aveva anche sollecitato in tal senso l’Anci affinchè attivasse una forma di partneriato tra tutti i Comuni ammessi alla Zfu per promuovere azioni comuni e politicamente coordinate.

Oggi è arrivata la conferma ufficiale della stessa Anci circa l’azione del Senato che ha definitivamente convertito in legge il decreto Milleproroghe comprendendo le agevolazioni iniziali e mettendo definitivamente a tacere gli inutili allarmismi del Partito democratico, ancora una volta maldestra Cassandra di presagi errati. Come previsto nel provvedimento , la Zfu garantirà a tutte le piccole e micro-imprese che nasceranno nel perimetro individuato e delimitato da oltre 300 strade cittadine, da Villa del Fuoco a San Donato, passando attraverso via Tirino e via Tiburtina, la possibilità di beneficiare non dell’elargizione di contributi a pioggia, ma di sgravi fiscali, sia sul versante delle imposte sui redditi, compresi Irpef, Irap e Ici, sia sul versamento dei contributi previdenziali, come Inail e Inps, per un importo complessivo pari a 4milioni 290mila euro solo per Pescara, tetto di spesa confermato, tra l’altro, anche nel Milleproroghe.

Per i primi cinque anni è previsto l’esonero totale dal pagamento di tali imposte, per i successivi cinque anni è stata fissata una gradualità percentuale dei pagamenti. Tale regime consentirà in sostanza alla pubblica amministrazione di supportare e accompagnare l’imprenditore per i suoi primi nove-dieci anni di attività, garantendo posti di lavoro a lungo termine. Platealmente smentite, dunque, le voci diffuse dal Pd circa la presunta esclusione di Pescara dai benefici della Zfu e quindi circa il taglio delle agevolazioni, voci diffuse proprio mentre il Governo stava già erogando al capoluogo adriatico la prima tranche dei fondi assegnati, ossia 2 milioni 145mila euro.  L’Anci, nei prossimi giorni, si farà promotrice di un vertice con tutti i 22 Comuni interessati per definire ‘le modalità di prosecuzione dell’azione partenariale intrapresa’.

Nel frattempo Pescara è pronta a partire: ormai abbiamo quasi completato anche l’allestimento degli uffici, individuati nel Centro Urban di via Giardino, che andremo a inaugurare già nelle prossime settimane e in cui gli utenti troveranno dipendenti comunali formati sulla materia, ma anche dipendenti delle Associazioni di Categoria, dei sindacati e degli Ordini professionali che affiancheranno l’amministrazione comunale nella fase di partenza dell’intervento per garantire la massima assistenza a quei piccoli imprenditori che decideranno di beneficiare della Zfu.