Villavallelonga,“Viteliù. Il nome della Libertà” di Nicola Mastronardi

locandina viteliuIl romanzo storico sulle origini dei popoli italici e sulla storia d’Italia verrà presentato sabato ,10 agosto in località Porta Nova

VILLAVALLELONGA (AQ) – L’Associazione D.F.P., in collaborazione con il Comune di Villavallelonga , organizza per Sabato 10 Agosto 2013, alle ore 18.00, presso il Borgo Antico del Paese, in località Porta Nova, la presentazione del romanzo storico “Viteliù.Il nome della Libertà” dello scrittore giornalista Nicola Mastronardi.

Viteliú, termine osco da cui derivò la parola latina Italia, è un viaggio nel mondo nascosto dei popoli Italici – i Sanniti, i Marsi, i Peligni, i Piceni – valorosi dodici popoli dell’Appennino Centrale che si unirono per costruire il loro sogno di libertà contro la prepotenza romana. Un sogno allora infranto da Lucio Cornelio Silla che operò un vero massacro dell’etnia sannita ma che nelle sue finalità di fondo fu vincente. Il romanzo inizia diciassette anni dopo i tragici eventi della terribile “Guerra sociale” con un incubo del passato che spinge un vecchio cieco – il capo sannita Papio Mutilo che si sente responsabile del genocidio subìto dal suo popolo – a riprendere in mano il proprio destino e quello del nipote Marzio, salvato dalle stragi dei sicari di Silla. Il loro avventuroso viaggio porterà il nipote ed il lettore, a conoscere la storia e le terre delle genti che costruirono la prima nazione cui fu dato il nome di Italia. Un viaggio avvincente ed emozionante alla riscoperta delle radici della nostra identità nazionale.La presentazione che si terrà a Villavallelonga vedrà la partecipazione di attori e voci narranti (Ambra Quaranta, Gianna Pisegna e Pietro Castiglione) che interpreteranno alcuni brani tratti dal romanzo, rievocando antiche scene e leggende della tradizione Marsicana, nonché la presenza di un chitarrista (Francesco Palozzi) che farà da sottofondo alla serata e alla recitazione. L’evento si terrà nella suggestiva cornice del Centro Storico del Paese, nei pressi dell’antica torre medievale e si pone l’obiettivo di coniugare la cultura con altre forme di espressione artistica come la recitazione e la musica. Al termine della presentazione l’associazione sarà lieta di offrire ai partecipanti un aperitivo nella terrazza panoramica del Giardino Botanico “Loreto Grande”.

Nicola Mastronardi è nato e vive ad Agnone, nel Molise, dove dirige una Biblioteca storica. Abruzzese di Avezzano per parte di madre, è laureato in Scienze Politiche a Firenze, ha pubblicato nel 2011 Gheddafi. La rivoluzione tradita (Mimesis Edizioni) oltre a numerosi saggi sulla cultura della Transumanza e i Tratturi appenninici. È cultore di materie storiche all’Università del Molise, giornalista pubblicista, ha collaborato con le maggiori riviste italiane di turismo equestre e, per sette anni, con Linea Verde Orizzonti, noto programma di RAI Uno. È membro dell’Accademia dei Georgofili di Firenze per gli studi sulla Civiltà pastorale appenninica. Nel dicembre 2012 Itaca Edizioni pubblica il suo romanzo d’esordio Viteliù, cui seguirà un secondo libro sulla Guerra Sociale e una trilogia sulle guerre sannitiche del IV e III secolo avanti Cristo. Il romanzo è stato presentato in molte importanti città d’Italia e a Bruxelles presso il Parlamento Europeo, alla presenza e con la partecipazione di personalità e giornalisti autorevoli, tra i quali Gianni Letta, riscuotendo molto successo e destando particolare attenzione da parte della critica e dei media.

Informazioni e Prenotazione posti: associazionedfp@libero.it – Telefono: 329 3996534.