Vicenza-Virtus Lanciano 0-1: decisivo Vastola, secondo successo stagionale per i rossoblù

VICENZA – Un gol di Vastola al quarto d’ora del primo tempo regala i tre punti alla squadra abruzzese che colgono il loro secondo successo stagionale, confermando le cose positive fatte vedere nel turno infrasettimanale contro il blasonato Livorno al Biondi. Gara condotta con ordine della Virtus e locali che protestano per un gol “fantasma” non attribuito a Gavazzi al 24′ della ripresa su conclusione che si stampa sulla traversa. La squadra di Gautieri concede poco all’avversario e si carica il morale dell’ambiente a dovere in vista della prossima delicata trasferta a Castellammare di Stabia.

IL MATCH – Formazione confermata per la Virtus (assent Almici, Amenta, D’Aversa, Marceta e Ceccarelli) che propone la linea difensiva della gara con il Livorno con Leali che torna fra i pali, Rosania, Scrosta centrali e Mammarella-Aquilanti esterni. A centrocampo Paghera, Vastola e Volpe mentre il tridente offensivo è costituito da Falcinelli, Testardi e Fofana. Modulo speculare del Vicenza che schiera il seguente 11: Pinsoglio in porta; Brighenti, Camisa, Gentili e Giani sulla linea difensiva; Gavazzi, Giandonato e Padalino a centrocampo; Malonga, Plasmati, Giacomelli in avanti.

Buona partenza della Virtus che al primo affondo passa in vantaggio: siamo al 15′ quando Vastola di testa finalizza in rete un perfetto cross di Mammarella dalla sinistra. Non si fa aspettare la reazione dei padroni di casa che con Camisa impegna Leali in angolo con un ottimo intervento.  Botta e risposta con Testardi che impegna Pinsoglio in corner dopo un preciso passaggio di Fofana. Brividi al 25′ quando Scrosta in area colpisce maldestramente sfiorando l’autorete, quindi è Malonga ad avere una buona palla gol al 37′ ma Leali devia sulla traversa. Allo scadere di tempo Plasmati si gira bene in area ma Leali c’è.

Nella ripresa è sempre la squadra di Breda a provare a trovare la via del gol ma la prima azione pericolosa è di stampo rossoblù con Mammarella che al 21′ su punizione sfiora il secondo palo. Tre minuti dopo l’episodio che fa protestare la squadra vicentina: su cross di Brighenti conclusione di Gavazzi con Leali che secondo i locali blocca il pallone dietro la linea di porta. L’arbitro lascia proseguire e il tecnico Breda viene espulso per le reiterate proteste. I minuti scorrono e i padroni di casa non riescono ad incidere in avanti. Ultimo sussulto al 39′ quando Plasmati di testa spreca una buona palla gol su cross di Mustacchio a porta vuota con pallone sopra la traversa. Dopo Reggio Calabria un’altro successo in trasferta che conferma come la squadra di Gautieri può giocarsela ad armi pari in un campionato dove può lottare per la salvezza alla pari delle altre.

TABELLINO:

VICENZA-LANCIANO 0-1

VICENZA (4-3-3): Pinsoglio; Brighenti, Camisa, Gentili, Giani (84′ Minesso); Gavazzi, Giandonato, Padalino (61′ Mustacchio); Malonga, Plasmati, Giacomelli (51′ Pinardi). A disposizione: Maiorino, Misuraca, Pisano, Coser. All. Breda

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Leali; Aquilanti, Rosania, Scrosta, Mammarella; Vastola, Paghera (87′ Minotti), Volpe (81′ Di Cecco); Falcinelli, Testardi ( 75′ Falcone), Fofana. A disposizione: Casadei, Bacchetti, Pepe, Turchi.

Arbitri: Roca di Foggia, assistenti Vicinanza e Avellano, quarto uomo Lanza.

Reti: 15′ Vastola (L)

Ammoniti: Leali (L), Pinsoglio (V), Falcinelli (L), Giacomelli (V), Gentili (V), Scrosta (L), Brighenti (V)

Angoli: 13-3

Recuperi: 2 minuti nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa.