Via Canova e via Ferrari: traffico deviato, lunedi 8 marzo

PESCARA – Lunedì prossimo, 8 marzo, saranno aperti due maxi-cantieri in via Enzo Ferrari e in via Canova con conseguenti modifiche alla viabilità che verranno però monitorate dalle pattuglie della Polizia municipale, pronte a dare assistenza agli automobilisti. Il primo intervento verrà eseguito dalle Ferrovie e dall’Aca per realizzare la nuova tubazione diacqua potabile per la stazione ferroviaria; il secondo intervento prevede invece  il rifacimento totale dell’asse stradale, ossia rete fognaria e sottoservizi, pavimentazione in asfalto, marciapiedi e segnaletica. Gli assessori del Comune di Pescara alla Mobilità Berardino Fiorilli e ai Lavori pubblici Alfredo D’Ercole annunciando l’avvio delle nuove opere hanno spiegato:

Lunedì aprirà innanzitutto il cantiere previsto in via Canova, l’asse parallelo a via Raffaello e viale Bovio , un’arteria estremamente traffica e che per anni non ha mai beneficiato di alcun intervento di riqualificazione ordinaria o straordinaria, un’incuria che di fatto ha creato una condizione di evidente degrado e abbandono. L’opera rientra nel maxi-appalto da 591mila euro vinto dalla Edil.Bar. che già nei giorni scorsi ha aperto lavori su due fronti, in via La Maielletta, dove le opere sono in via di conclusione, e in via Monti Aurunci, dove siamo già alla seconda settimana di lavori.

Il terzo cantiere in via Canova, uno dei più complessi, prevede la sostituzione della vecchia condotta fognaria, ormai insufficiente per una zona che è notevolmente cresciuta, con un nuovo impianto e la relativa rete per la raccolta e lo smaltimento delle acque piovane, quindi il rifacimento della pavimentazione stradale, dei marciapiedi con i relativi cordoli e, infine, la realizzazione della nuova segnaletica orizzontale e verticale, per un importo pari a 95mila 550euro complessivi.

Le opere richiederanno almeno 40 giorni di lavoro, ma ovviamente procederemo per piccoli tratti, in modo da non paralizzare completamente la viabilità lungo l’asse stradale: da lunedì chiuderemo al traffico il primo lotto, compreso tra via Tiziano e via Raffaello Sanzio, circa dieci metri lineari, che resterà accessibile solo ai pedoni. Tale chiusura resterà in vigore per almeno quindici giorni per poi consentire alle ruspe di procedere. Ai residenti e agli automobilisti chiediamo collaborazione per consentire all’amministrazione comunale di eseguire un’opera fondamentale per il ripristino delle necessarie misure di sicurezza e di decoro lungo l’asse viario”. E lunedì l’impresa Cofely Italia Spa, per conto delle Ferrovie Italiane e di Aca, inizierà ad allestire il cantiere per la realizzazione della nuova condotta di trasporto dell’acqua potabile sino alla stazione ferroviaria centrale.

Hanno aggiunto Fiorilli e D’Ercole :

anche in questo caso parliamo di un intervento che proseguirà per circa due mesi e mezzo,  ma che comunque procederà per tratti per non paralizzare la viabilità in un sito centrale e strategico della mobilità cittadina. Il primo scavo verrà eseguito proprio nel punto di incrocio tra via del Circuito e via Ferrari, all’altezza dello spartitraffico e del sottopasso che oggi consente, alle auto provenienti da via del Circuito, di introdursi direttamente in via De Gasperi e proseguire verso sud, ossia verso la Rotonda Rampigna.

A partire da lunedì o al più tardi da martedì verrà chiuso al traffico il sottopasso ferroviario con l’introduzione di tre deviazioni: i veicoli provenienti da via del Circuito dovranno svoltare obbligatoriamente a destra, in via Gran Sasso per raggiungere la rotonda Rampigna o proseguire sul lungofiume. Le auto che marceranno in direzione sud-nord (provenienti dalla rotonda Rampigna) in via De Gasperi per raggiungere via del Circuito dovranno allungare di alcuni metri il proprio percorso: verrà infatti interdetta la svolta a sinistra nel primo sottopasso ferroviario, e dovranno proseguire il cammino entrando sulle aree di risulta, attraversando il parcheggio posto sul lato del mercatino degli ambulanti e uscire nel primo sottopasso ferroviario.

Infine, coloro che percorreranno via Ferrari in direzione nord-sud, potranno continuare ad accedere direttamente in via del Circuito, ma per raggiungere il Rampigna dovranno svoltare dieci metri prima nel sottopasso ferroviario (dove verrà istituito il senso unico di marcia monti-mare e verrà chiuso il senso mare-monti), uscire in via de Gasperi e proseguire verso sud. Tale modifica viaria resterà in vigore per circa 7 giorni dall’apertura del cantiere che poi proseguirà verso nord; intanto l’area verrà presidiata dalla Polizia municipale per garantire l’opportuna assistenza agli automobilisti che nei primi giorni potrebbero trovarsi in difficoltà per i nuovi sensi di marcia.