Un Chieti in rimonta batte il Fano 2-1

Lacarra e Anastasi gli autori dei goal

CHIETI –  Il Chieti batte il Fano in rimonta con una convincente prova di carattere: all’Angelini finisce 2-1 per i neroverdi. La novità in casa neroverde è data dalla coppia d’attacco, Anastasi – Lacarra, scelta che alla fine si rivelerà decisiva per l’andamento della gara.

Gli uomini di Baldassarri, squadra fra le più anziane ed esperte del girone, si presentano in campo col classico 4-4-2 con Marolda e Bartolini a guidare l’assalto alla porta di Feola. In tribuna ad assistere alla gara l’applauditissimo bomber ed ex capitano Alessio Rosa, che ha recentemente rescisso il contratto con la società per una scelta di vita.

IL MATCH – È un Fano molto aggressivo sin dalle prime fasi di gioco e si capisce subito che non sarà una giornata facile per i neroverdi. Al 1?cross al centro di Bartolini che attraversa pericolosamente tutta l’area senza trovare la deviazione di nessun compagno. Al 9? Sabbatini impegna Orlandi in affannosa uscita.

Gli uomini di Baldassarri trovano il vantaggio quattro minuti dopo: Bartolini conquista palla e si infila fra i giocatori teatini battendo così Feola con un preciso tiro. Il portiere neroverde si esalta al 22? sulla conclusione di Ruscio da 35 metri negando il raddoppio ad un Fano che conferma così di meritare il vantaggio. Poco dopo Bartolini impegna l’estremo difensore di casa tirando centralmente da posizione defilata. Il Chieti si fa vedere con Sabbatini: bel pallone al centro su punizione, ma nessuno è pronto alla deviazione vincente.

È però sempre il Fano a rendersi molto pericoloso: al 33?Marolda su improvviso break di Ruscio tira alto di poco sulla traversa. Nei minuti finali del primo tempo si registrano prima una botta da fuori di Fiore che finisce a lato e poi il palo a gioco fermo a seguito di un fuorigioco dello stesso giocatore.

I neroverdi tornano in campo più decisi e al 2? trovano subito il pari: Fiore mette al centro un’invitante palla che Lacarra devia in rete di testa anticipando il suo diretto avversario. Il Fano reagisce immediatamente e al 9? ancora Marolda (il migliore dei suoi) impegna severamente Feola con una botta  dalla distanza su lancio di Ruscio. Due minuti più tardi è Piccoli a mettere ancora paura ad un Feola in grande spolvero: il portiere si esalta deviando in angolo la stoccata dalla distanza del giocatore.

Al 13? è però il Chieti ad andare incredibilmente in vantaggio: Sabbatini pennella una traiettoria perfetta su punizione su cui è lesto ad avventarsi il solito Anastasi che con un preciso tocco deposita la palla in rete fra il tripudio del pubblico. Poco dopo Lacarra potrebbe chiudere la gara, ma la gioia gli viene negata da uno strepitoso intervento di Orlandi che devia la palla sul colpo di testa dell’attaccante. Il Chieti rischia di essere raggiunto al 27? quando Raparo verticalizza verso Marolda che non ci pensa due volte e sferra un micidiale bolide, ma ancora una volta Feola è pronto al prodigioso intervento. Al 40?è Lacarra a sprecare l’occasione per chiudere definitivamente tirando altissimo.

Tanta sofferenza fino al fischio dell’arbitro: il Chieti tocca quota 21 punti e guarda ora con fiducia all’impegnativo derby di mercoledì prossimo a Giulianova.

IMPRESSIONI A CALDO DOPO LA PARTITA:

IL PRESIDENTE DEL CHIETI WALTER BELLIA: “Nel primo tempo non abbiamo giocato benissimo. Tornati negli spogliatoi il mister ha dato la carica giusta ai giocatori. Per noi era una partita importantissima per confermare la buona prestazione fatta a Pagani, la squadra ha dimostrato ora che se la può giocare con tutti. Ho sempre detto che, ad eccezione del primo tempo di Perugia, anche quando siamo usciti sconfitti abbiamo giocato bene. Contro il Fano i ragazzi hanno fatto una grande prova di carattere: sono giovani e quindi contro una compagine esperta come la loro è stato fondamentale giocare con un piglio così. Sono felice per Anastasi che sta dimostrando tutto il suo valore: Chieti è la piazza che secondo me lo lancerà nel calcio che conta. Lacarra ha avuto qualche problema fisico alla schiena che si sta risolvendo e ci sta dando una grossa mano. Comunque è stata un’ottima prova di squadra”.

L’ALLENATORE  DEL CHIETI SILVIO  PAOLUCCI: “Abbiamo fatto i primi minuti in maniera un po’impacciata, prendendo un goal che ci ha complicato la vita. Penso che poi il secondo tempo è stato ottimo. Quando si vuole vincere si deve rischiare, penso che la vittoria sia meritata. Anastasi e Lacarra sono giocatori importanti: il primo sta migliorando fisicamente pian piano e crescendo caratterialmente, per il secondo sono felice perché ha disputato una bella gara. Affrontavamo una compagine forte nei nomi, ma l’abbiamo fatto a viso aperto, sapendo di poter vincere. Ci godiamo questa vittoria rimanendo coi piedi per terra perché non abbiamo fatto assolutamente niente, dobbiamo dare continuità di risultati: ogni partita si deve giocare fino alla fine e vedremo dove poter arrivare. Il derby col Giulianova sarà difficile, ma ci teniamo a continuare questa striscia positiva di risultati”.

L’ATTACCANTE DEL CHIETI VALERIO ANASTASI: “Questo è il mio quinto goal: ho toccato appena la palla mettendo fuori causa difensore e portiere. Era importante dare continuità al risultato di Pagani. Mi trovo bene con Beppe in attacco: siamo anche amici fuori dal campo. Io non mi son mai sentito uomo da turnover: qui secondo me siamo tutti titolari, chi entra sa che deve far bene e dare il massimo”.

L’ALLENATORE DEL FANO GABRIELE BALDASSARRI: “Il pareggio forse sarebbe stato il risultato più giusto per quanto abbiamo fatto in campo. Dispiace perché anche in altre volte subiamo poco e costruiamo abbastanza per poter vincere ed invece non succede. Abbiamo preso il goal sull’infortunio del nostro difensore che non è riuscito a ostruire il cross avversario. Pesano le assenze, ma siccome ci mancano tanti giocatori non voglio pensarci. Dobbiamo andare avanti con la rosa attuale. Oggi il loro portiere è stato il migliore in campo e quindi ciò la dice tutta sull’andamento della partita. Il Chieti ha sfruttato in maniera cinica le due occasioni che ha avuto: è una bellissima squadra che gioca bene ed è guidata da un ottimo allenatore che conosco da una vita. Gli episodi hanno cambiato il match: non abbiamo realizzato quanto prodotto”.

TABELLINO:

CHIETI: Feola, Bigoni, Malerba, Amadio (37’st Cardinali), Pepe (45′ Serpico), Migliorini, Fiore, Del Pinto, Anastasi (22’st Gammone), Sabbatini, Lacarra. A disp. D’Ettorre, Villa, Rossi, Berardino. All. Paolucci

FANO: Orlandi, Colombaretti, Amaranti (2’st Bartolucci), Raparo, Mucciarelli, Cossu, Ruscio, Capi (20’st Muratori), Bartolini (25’st Morante), Piccoli, Marolda. A disp. Beni, Sassaroli, Di Stefano, Tittarelli. All. Baldassarri.

Arbitro: Roca di Foggia (Di Salvo di Barletta – Delle Foglie di Bari)

Reti: 13′ Bartolini, 1’st Lacarra, 13’st Anastasi

Note: spettatori 800 circa. Giornata fredda ma soleggiata. Ammoniti: Serpico, Raparo, Mucciarelli, Cossu. Angoli 1-9. Recupero: pt 2′, st 3′.