Un arresto eseguito dai Carabinieri di Vasto

Ieri pomeriggio arrestato un cittadino tunisino per detenzione e coltivazione di una piantagione di cannabis sativa

coltivazione cannabis

VASTO – Nel pomeriggio di ieri, su mirata attività investigativa, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Vasto hanno tratto in arresto il cittadino tunisino B.C.M. di anni 31 per detenzione e coltivazione di una piantagione di cannabis sativa (marjuana).

In particolare, i militari dell’Arma durante un normale controllo del territorio notavano il suddetto extracomunitario nelle vie del centro città sprovvisto di documenti.

Accompagnato presso il comando carabinieri per l’identificazione, gli operanti appuravano che l’interessato era stato più volte tratto in arresto per reati concernenti gli stupefacenti. A questo punto, verificato l’attuale domicilio vastese del tunisino, i militari decidevano di effettuare una perquisizione presso la sua abitazione. Il risultato faceva rimanere meravigliati i militari dell’Arma; infatti, l’interessato aveva adattato la mansarda ad “orto botanico”. Agli occhi degli operanti si presentava un gazebo di circa mt. 2X2, con al centro una lampada alogena composta da 324 LED che illuminava una pedana con impianto di ventilazione ed irrigazione dove erano custodite più di 20 vasi contenenti, ognuna, una pianta di “cannabis sativa” (marijuana) già in fioritura, nonché un tavolino contenente materiale per il confezionamento di “dosi”.

A conclusione delle operazioni di polizia giudiziaria, la piantagione veniva tutta sequestrata ed il B.C.M. ristretto c/o la Casa Circondariale di Vasto a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

Le indagini proseguono al fine di verificare se vi siano delle responsabilità anche di cittadini vastesi in quanto, a maturazione completa, il “raccolto” avrebbe fruttato almeno 5 chilogrammi di sostanza stupefacente.

CONDIVIDI