Trofeo Matteotti, il russo Shilov si impone in volata [FOTO]

podio trofeo Matteotti 2017Il ventinovenne russo Sergey Shilov si é aggiudicato in volata la 70ma edizione del trofeo Matteotti. Al secondo posto Belletti. Terzo Canola

PESCARA – La 70ma edizione del Trofeo Matteotti, 70ma tappa della ciclismo Cup, è stata vinta da Sergey Shilov. Il ventinovenne russo, portacolori della Lokosphinx, sul traguardo di Piazza Duca degli Abruzzi a Pescara ha battuto in volata, nell’ordine, Manuel Belletti (Wilier Triestina – Selle Italia) e Marco Canola (Nippo – Vini Fantini). Al termine di 15 km ripetuti 13 volte, per un totale di 195 km, con gli ultimi 3000 metri in pianura affrontati dopo una discesa tecnica

La gara, organizzata dall’ U.C. Fernando Perna in collaborazione tecnica con il GS Emilia, è stata caratterizzata da una fuga che ha avuto per protagonisti quattro corridori. Antonio Di Sante (Gm Europa Vini), Nicolò Pacinotti (Bardiani CSF), Alexwy Rybalkin(Gazprom Rusvelo) e il tedesco Andreas Graf (Team Hrinkow Advarics Cycleang).

Il quartetto é riuscito ad accumulare un discreto margine di vantaggio, che al chilometro 50 ammontava quasi a 5 minuti. A poco meno di 100 km dall’arrivo, però,  davanti sono rimasti solo in due, Di Sante e Graf, che hanno tentano di proseguire da soli ma sono stati ripresi quando mancavano 30 chilometri alla fine. Dopodiché nessuno é più riuscito ad uscire dal gruppo, che é arrivato compatto sul traguardo di Pescara.

La squadra italiana ha cercato di tirare la volata al romagnolo Manuel Belletti, ma Sergey Shilov é riuscito a spuntarla su tutti. Per lui prima affermazione stagionale e conferma del buon periodo di forma dopo il terzo posto ottenuto tre settimane fa al Campionato nazionale russo in linea.

Per la classica abruzzese i CT Cassani e Amadori avevano convocato una Nazionale composta da Under 23 e un professionista, Paolo Tiralongo,  punto di riferimento per gli azzurri in gara.

Amadori si é detto soddisfatto della corsa dei giovani azzurri che nella fase finale della gara erano in tre nel gruppo: Milani, Radice e Francesco Romano. Ha rilevato come  quando mancava1 km dal traguardo, un guasto meccanico alla catena ha colpito Radice che “senza quell’inconveniente avrebbe potuto realizzare un buon piazzamento“. Milani si é invece piazzato tra i primi venti.

Molto entusiasta Paolo Tiralongo: “Una bellissima esperienza con questi giovani ragazzi. Il futuro siete voi. Grazie!”, le sue parole al traguardo.

Il prossimo appuntamento importante per la Nazionale U23 sono I Campionati Europei Strada, in programma dal 2 al 6 agosto a Herning, in Danimarca.

Ordine di arrivo

1) Sergei Shilov (Lokosphinx) Km. 188,500 in 4h47 ‘17”, media 39,69
2) Manuel Belletti (Wilier Triestina-Selle Italia), st;
3) Marco Canola (Nippo-Vini Fantini);
4) Paolo Totò (Sangemini -MG K.Vis);
5) Andrea Palini (Androni -Sidermec);
6) Nicola Toffali (0711/Cycling);
7) Antonio Parrinello (Gm Europa Ovini);
8) Nicola Gaffurini (Sangemini-MG-K.Vis);
9) Simone Velasco (Bardiani);
10) Dimistri Strakhov (Lokosphinx).

Piazzamenti degli azzurri

16. Gianluca Milani a 0”; 19. Raffaele Radice a 0”; 33. Francesco Romano a 26”; 35. Federico Burchio a 1’07”; 43^ Giacomo Garavaglia a 1’07”; 44^ Paolo Tiralongo a 1’07”; 46^- Giovanni Lonardi a 2’04”; DNF. Mirko Sartori.

Fotogallery a cura di Michele RAho