“Tommaso Cascella. Il percorso di una vita”: è tempo di bilanci

scuole1_modifiedAnche la nuova Commissione cultura del Comune e trecento studenti della provincia hanno visitato la mostra.

PESCARA – Si conclude  domenica 31 ottobre la mostra “Tommaso Cascella. Il percorso di una vita” nel museo “Villa Urania” di via Piave a Pescara. Con un totale di quasi tremila visitatori in tre mesi, il contesto più completo che ad oggi abbia trattato del pittore Tommaso Cascella la settimana prossima restituirà ai proprietari gli inediti esposti dal 4 luglio e gentilmente concessi in prestito.

Quest’ultima settimana è stata caratterizzata dalla visita di numerose scolaresche, per un totale di 300 studenti. Le scuole che hanno fatto richiesta di visitare la mostra sono: da Pescara le scuole secondarie di primo grado “Tinozzi-Pascoli” e “Luigi Antonelli” e l’istituto tecnico “Aterno”; dalla provincia la scuola secondaria di primo grado “Giansante” di Città Sant’Angelo ed Elice e il liceo scientifico “Corradino D’Ascanio” di Montesilvano.


La mostra ha riscosso pieno consenso anche tra i componenti della nuova Commissione cultura del Comune di Pescara, presieduta da Augusto Di Luzio, venuti in visita la settimana scorsa.
Grande soddisfazione da parte dei curatori Vincenzo De Pompeis e Giovanbattista Benedicenti:

Siamo felici di aver in qualche modo reso giustizia alla figura di questo illustre rappresentante della pittura abruzzese del Novecento, che ha un po’ penalizzato la sua notorietà facendo una scelta che ancora oggi è difficile: restare nella terra in cui si è nati. La maggior parte dei 40 inediti in mostra sono stati prestati soprattutto da collezionisti privati abruzzesi e milanesi, e anche dalla Camera di Commercio di Chieti. Ora la traccia visibile di questo percorso resterà affidata al catalogo, edito da Ianieri e co-finanziato dalle Fondazioni Pescarabruzzo e Paparella Treccia-Devlet: un vero e proprio volume monografico, il primo che presenti con completezza la sua vita e la sua carriera artistica, che riporta oltre 160 testimonianze della carriera artistica di Tommaso, moltissime delle quali inedite.

scuole2_modifiedVissuto tra il 1890 e il 1968, Tommaso Cascella ha reso onore al suo Abruzzo documentandone con colori vibranti scene di vita popolare e scorci paesaggistici, come il porto fluviale di Pescara attraversato dalle caratteristiche paranze, le colline della provincia, la Majella “madre” e il Gran Sasso, la “bella addormentata”, che si staglia all’orizzonte vista dal fiume.

La mostra “Tommaso Cascella. Il percorso di una vita” segue gli orari dell’esposizione permanente di maioliche di Castelli, ossia 11-13 e 17-21 ogni giorno tranne il lunedì, con biglietto di ingresso a 6 euro e 4 per il ridotto (valido anche per i soci del Fai e del Touring Club). Sono previste per le scolaresche delle visite guidate nel museo con il coinvolgimento delle operatrici dei Servizi Educativi di “Villa Urania” Virna Caranci e Angela Buglione, senza supplemento al biglietto ridotto.