Teramo, “Il potere neutro: risorse e contraddizioni di una nozione costituzionale”

E’ il tema dell’incontro  che si terrà oggi presso la Facoltà di Scienze politiche nell’ambito del progetto «Atelier 4 luglio “G.G. Floridia”»

TERAMO  – Oggi, 4 luglio ,dalle ore 9.30, nella Sala seminari del Dipartimento di Storia e critica della politica, presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Teramo  si terrà l’incontro sul tema  Il potere neutro: risorse e contraddizioni di una nozione costituzionale.

Organizzato dal Dipartimento di Studi giuridici, comparati, internazionali ed europei e dal Dottorato di ricerca in Istituzioni e politiche comparate, internazionali ed europee, in collaborazione con l’Associazione di Diritto pubblico comparato ed europeo, rientra nell’ambito del progetto «Atelier 4 luglio “G.G. Floridia”», un laboratorio permanente di diritto e storia costituzionale  progettato in memoria di Giuseppe Floridia, il docente dell’Università di Teramo, studioso di diritto costituzionale, scomparso cinque anni fa, proprio il 4 luglio.

Dopo la presentazione di Francesco Bonini, direttore del Dipartimento di Storia e critica della politica, i lavori saranno introdotti da Maria Sofia Corciulo, dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Seguiranno gli interventi di Francesca Sofia, dell’Università di Bologna, che tratterà Il potere neutro nella riflessione costituzionale di Benjamin Constant, ed Enrico Cuccodoro, dell’Università del Salento, che terrà una relazione dal titolo Il Capo dello Stato quale potere neutro nell’organizzazione costituzionale.

La sessione pomeridiana, alle ore 15.00, sarà aperta da Massimo Siclari, dell’Università di Roma Tre, con un intervento su Il Presidente della Repubblica italiana tra concezioni mistiche e interpretazioni realistiche. Seguirà una tavola rotonda moderata da Cristina Cassina, dell’Università di Pisa, alla quale parteciperanno i dottorandi.

Le conclusioni saranno affidate a Romano Orrù, dell’Ateneo di Teramo.