Teramo, Provincia: percorsi integrati formazione-lavoro

La  Provincia pagherà anche il tirocinio formativo presso le aziende

TERAMO – La Provincia di Teramo finanzierà   due corsi di formazione uno  per addetti all’assistenza personale in istituzioni e l’altro per baristi.Il primo  servirà  per formare quindici addetti all’assistenza personale in case di riposo e strutture che erogano servizi socio-sanitari. La Provincia pagherà anche il tirocinio formativo presso le aziende. Sarà realizzato con i fondi Por gestiti dal settore Lavoro e Formazione della Provincia, dalla Leadercoop Formazione Srl, ente di formazione accreditato che ha presentato la proposta rispondendo ad un apposito bando.

Il corso intende agevolare l’inserimento nel mercato del lavoro degli allievi attraverso un percorso integrato tra formazione e lavoro. Al termine delle 280 ore di formazione in aula, infatti, sono previste 120 ore di stage nelle strutture partner dell’intervento: il Consorzio Futura (presso la casa di riposo De Benedictis di Teramo); la cooperativa sociale Filadelfia (presso la casa di Riposo Alessandrini di Civitella del Tronto); la cooperativa sociale La Formica di Controguerra; la cooperativa sociale Solidarietà e Vita (presso il Centro Diurno di riabilitazione Psichiatrica di Atri).

Una volta acquisita la qualifica, è previsto un tirocinio formativo di 4 mesi, per complessive 20 ore settimanali, nelle stesse strutture. Ad ogni tirocinante sarà erogato un contributo pari a 500 euro mensili al lordo delle ritenute direttamente dalla Provincia di Teramo. Possono presentare la domanda i giovani tra i 18 e i 29 anni che abbiano assolto l’obbligo scolastico, e siano inoccupati o disoccupati, iscritti al Centro per l’impiego e privi di diploma superiore e altra qualifica professionale.

Le domande di ammissione alla selezione potranno essere inviate fino al 9 agosto e dovranno pervenire entro il 13 agosto. Ulteriori informazioni sul sito www.provincia.teramo.it/teramolavoro o nei Centri per l’impiego di Teramo, Nereto, Giulianova e Roseto.

Stesso percorso e identiche modalità di realizzazione per il corso per quindici baristi gestito da Eventi Italia (aggiudicatrice del bando) e già avviato nei giorni scorsi. Anche in questo caso, sono previste 280 ore di aula, in parte già svolte, e uno stage di 120 ore nei bar partner dell’intervento. Una volta acquisita la qualifica, è previsto anche qui un tirocinio formativo di 4 mesi, per complessive 20 ore settimanali, che sarà attivato nelle strutture indicate. Anche in questo caso ad ogni tirocinante sarà riconosciuto un contributo pari a 500 euro mensili direttamente dalla Provincia.

Ha affermato l’assessore al Lavoro e alla Formazione, Eva Guardiani

crediamo molto in questi progetti sia perchè rispondono a precise richieste provenienti dal nostro territorio, sia perchè integrano formazione e lavoro nell’ottica di favorire l’immediato inserimento degli allievi nel mondo produttivo. Il nostro impegno, in fondo, non può che essere rivolto a creare le condizioni affinchè domanda ed offerta possano incrociarsi facilmente, cosa che avviene quando il bagaglio professionale di chi cerca lavoro corrisponde al bisogno espresso da chi cerca personale.

Le risorse investite nella realizzazione dei due corsi integrati sono pari a 180 mila euro: 60 mila euro per ciascun corso (per un totale di 120 mila euro) ed ulteriori 60 mila per l’attivazione dei tirocini formativi.