Teramo :”Il sentiero del padre. Viaggio fra i segreti delle foibe carsiche”

TERAMO – Si terrà , mercoledì 29 febbraio,  alle ore 10.30 , presso la Sala San Carlo (Museo Archeologico) in Via Melchiorre Delfico 30,a Teramo lo spettacolo teatrale “Il sentiero del padre. Viaggio fra i segreti delle foibe carsiche” , di e con Davide Giandrini, regia di Franco Palmieri, organizzato dal comitato 10 febbraio per commemorare le vittime delle foibe.

Lo spettacolo

Il protagonista di questa storia si chiama Francesco. È un bambino di 10 anni. Nato a Pola, in Italia, nel 1936. Sua madre si chiama Maria. Suo padre Gianni fa il ciabattino.

Tra il 1945 e il 1947 Pola è occupata dagli slavi. Rapinano, violentano e infoibano gli italiani. Lo stato non interviene. Molti hanno deciso di scappare. Maria ha deciso di restare. Il padre, di salvare suo figlio.

Gianni e il piccolo Francesco fuggono nella notte. Con sé non hanno nulla. Sette giorni di cammino. Nel sentiero del bosco. Per salvarsi. La vita.

La narrazione corre leggera in una forma profonda, intima e commovente. Accompagnata da immagini video proiettate.

Davide Giandrini

Vive e lavora a Milano. E’ autore e attore di teatro e canzoni professionista dal ’96. Si forma diplomandosi alla Scuola Teatrale di Rino Silveri e Piero Mazzarella e grazie al rapporto privilegiato avuto con Giorgio Gaber nel corso degli anni novanta.
Studia chitarra con il Maestro Simone Manunza e canto con il Soprano Silvana De Benedetti.

In teatro ha cominciato la sua attività lavorando come attore in vari tour per diverse compagnie: Compagnia Piero Mazzarella, Compagnia Teatro d’Artificio, Compagnia Teatro dell’Arca.

Dal duemila sceglie di scrivere e distribuire i suoi spettacoli. Da allora replica oltre 70 spettacoli all’anno in giro per l’Italia, lavorando per teatri, spazi all’aperto, convention, centri culturali, scuole.

Come autore teatrale ha lavorato con Luca Doninelli, Davide Rondoni, Filippo Fiocchi, Giorgio Sciumè, Franco Palmieri, Marcello Chiarenza. Elio Orlandi ha seguito la consulenza di Più in alto dell’aquila. Claudio Risé la consulenza di Parsifal.
Come musicista ha lavorato tra gli altri con Antonio Zambrini, Tito Mangialajo, Simone Manunza, Umberto Tenaglia, Giovanni Rosina, Dario Barbuto, Jorge Machado.