Suono del mare e delle terre: musica aquilana protagonista a Strasburgo

STRASBURGO – Oggi, 7 dicembre, il Conservatorio aquilano, diretto dal Maestro Bruno Carioti, parteciperà alla prima edizione del festival “Suona Italiano” attraverso l’opera del compositore Alessio Gabriele, allievo della classe di musica elettronica del Maestro Michelangelo Lupone.

Il progetto musicale mira alla promozione e diffusione della musica italiana in Francia ed è stato organizzato in occasione del 150esimo anniversario della Repubblica Italiana, dietro l’esempio dell’omologo “Suona francese”, dalla Fondazione Musica per Roma, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Ministero dell’Università e della Ricerca ed è frutto della collaborazione fra 50 conservatori francesi e italiani.

Queste le parole del Maestro Bruno Carioti, presidente della Conferenza dei direttori dei Conservatori di musica italiani:

“ho favorito molto questo confronto di altissimo livello fra giovani e musicisti italiani e francesi. Per i partecipanti un’occasione del genere rappresenta un’importante occasione di confronto in contesti di prestigio. Abbiamo scelto di partecipare inviando a Strasburgo un allievo della scuola di Musica Elettronica perché questa è davvero uno dei fiori all’occhiello del nostro Conservatorio, raccoglie molti consensi fra i più giovani e rappresenta un’eccellenza.

Volevamo presentarci all’occasione nel migliore dei modi possibili. Lo stesso mare, il pezzo “made in Aq” in programma, composto da Gabriele per 4 percussionisti ed elettronica, verrà interpretato da allievi del Maestro Antonio Caggiano del Conservatorio di Frosinone, ed è una riflessione sonora sui ritmi musicali e sulle vicende più attuali dei Paesi lambiti dal Mar Mediterraneo.

Il compositore Alessio Gabriele descrive Mare nostrum come culla della nostra civiltà e protagonista del pezzo:

Il suono del mare e delle terre che esso tocca si sommano e si integrano. Non solo storia, mito, non solo tradizione musicale e ritmica. Il pezzo vive anche della eco degli scontri che hanno portato negli ultimi mesi alcuni Paesi del Nord Africa a rovesciare regimi decennali, vive dei ragazzi che hanno lottato e animato le piazze, vive delle storie di quanti al mare hanno affidato la propria esistenza sui barconi e a volte dallo stesso mare sono stati traditi.

BIO – Alessio Gabriele, nato a Sora nel 1977, vive a L’Aquila dove ha compiuto gli studi musicali; qui, nel dicembre 2010 ha composto le musiche per l’inaugurazione della collezione permanente di arte contemporanea allestita presso il Liceo Scientifico “A.Bafile” dell’Aquila curato dall’artista Licia Galizia.