Stagione di Prosa 2011-2012 del Teatro Marrucino

CHIETI – Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, a margine della Conferenza Stampa  di ieri, nel corso della quale è stata presentata la Stagione di Prosa 2011-2012 del Teatro Marrucino, ha dichiarato:

nel ringraziare sia il Senatore Fabrizio Di Stefano per lo straordinario lavoro svolto in favore del Teatro Marrucino, sia l’A.T.A.M. per aver accolto la nostra richiesta di collaborazione, desidero precisare che il Teatro Marrucino non lo consegneremo mai a nessuno e che lo difenderemo con i denti perchè è un Ente patrimonio della Città di Chieti e dell’intero Abruzzo.Voglio, altresì, rassicurare taluni che la scelta ricaduta sull’A.T.A.M. non è certo un ripiego ma un’opportunità che si inserisce nel solco perseguito dall’Amministrazione Comunale fin dal suo insediamento, ovvero la valorizzazione delle eccellenze culturali del territorio.

Grazie alla sinergia con l’Associazione Teatrale Abruzzese-Molisana, espressione del territorio, sul palco del Marrucino andrà in scena una stagione di prosa di assoluta qualità.Ricordo che il Comune di Chieti deve fare i conti con le esigue risorse finanziarie a disposizione ed è per questo che abbiamo scelto di predisporre una Stagione di Prosa che, a costi contenuti, salvaguardi la qualità mentre la passata Amministrazione con la somma di ben 570.000,00 Euro, riuscì ad allestire una sola Opera Lirica: “I Pagliacci”.Dileggiare il Teatro Marrucino, dipingere la sua Stagione di Prosa come un ripiego e l’A.T.A.M. come un’Associazione di secondo piano è ingiusto e irriverente nei confronti di chi da decenni opera nel mondo del Teatro con una professionalità unanimemente riconosciuta.Il pubblico giudicherà il livello delle proposte e se queste saranno capaci di attrarre, vorrà dire che il risultato dell’obiettivo che ci eravano prefissi è stato raggiunto.L’Amministrazione Comunale ha scelto di collaborare con l’A.T.A.M. ma desidero sottolineare che il Consiglio di Amministrazione del Teatro Marrucino sarà libero di operare altre decisioni se lo riterrà opportuno.Continuare a polemizzare non è utile al Teatro che non deve essere più considerato l’Istituzione dei problemi ma una Istituzione culturale.Concludo ringraziando i Direttori Scolastici delle Scuole cittadine oggi presenti a questa conferenza stampa a cui rinnovo la volontà della mia Amministrazione di mettere in campo iniziative finalizzate ad avvicinare sempre di più il mondo della Scuola al Teatro.

Ha aggiunto il Senatore Fabrizio Di Stefano:

se la sinergia istaurata con l’A.T.A.M.  ci ha consentito di allestire una Stagione di Prosa ad un costo contenuto è perchè l’Associazione, che ricordo essere nata proprio qui a Chieti nel 1975 grazie ad una felice intuizione del compianto Sovrintendente del Marrucino, Mario Zuccarini, è in grado di ottimizzare le sue risorse che, ricordo, provengono anche da un contributo ministeriale concesso in virtù dell’alto livello degli spettacoli che riesce a proporre.Entro la fine dell’anno consegneremo alla Deputazione Teatrale un Ente risanato e riqualificato dal punto di vista economico che con ogni probabilità avrà un euro di attivo e non di passivo.Desidero menzionare, in tal senso, l’accordo raggiunto con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, la più importante Orchestra del Centro Sud, che consentirà un risparmio di circa 1 milione di euro sulla produzione musicale.E’ con tali scelte operate dall’Amministrazione del Sindaco Di Primio che riusciremo a fare economia ma non a discapito della qualità.

Ha detto il Presidente dell’A.T.A.M., Marco Fanfani :

ringrazio il Sindaco Di Primio  nei confronti del quale nutro stima e sincero apprezzamento, e il Senatore Di Stefano che in più occasioni ha mostrato la sua dedizione verso la Città di Chieti.Ci sono momenti in cui sono necessarie delle larghe intese e delle larghe vedute.In un momento non roseo per le attività culturali, a causa dei tagli economici che Stato ed enti locali sono costretti ad operare, una delle soluzioni è la ricerca della collaborazione tra Città, Associazioni e realtà produttive abruzzesi.In questa Regione, vi sono professionalità che vanno valorizzate e alle quali vanno date delle opportunità ed è su questa strada che l’A.T.A.M., che può vantare il riconoscimento da parte del Ministero del primo posto come Associazione di distribuzione teatrale, intende continuare ad operare in un clima di assoluta serenità.Come presidente dell’Associazione, sono a disposizione per un confronto con quanti non hanno condiviso la scelta fatta dal Comune di Chieti.

Ha concluso il Direttore dell’A.T.A.M., Enzo Gentile:

il  cartellone che la Stagione di Prosa proporrà accontenterà un vasto pubblico in quanto contiene diversi generi dal musical – “Pirates” con l’interpretazione di Luisa Corna che inaugurerà la Stagione il 3 dicembre 2011 al Supercinema – a “Romeo e Giulietta” per la regia di Leo Muscato, dal goldoniano “L’uomo Prudente” a Pirandello, da “L’avaro” di Moliere al “Caso Dorian Gray” , da “Tante belle cose” di Edoardo Erba con l’interpretazione di Maria Amelia Monti a “Volare”, con lo straordinario trasformista Gennaro Cannavacciuolo.Ci piacerebbe riprendere il contatto con il mondo della scuola in quanto l’A.T.A.M;. ha un solo vero scopo, quello di contribuire alla divulgazione della cultura teatrale e tentare di attivare finalmente una Rete dei Teatri abruzzesi di cui il Teatro Marrucino sia il fulcro.