Spoltore, sequestrata una discarica abusiva sul fiume Pescara

Discarica abusiva a Spoltore sul fiume PescaraSPOLTORE – Gli uomini della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Pescara hanno sequestrato una discarica abusiva di circa 8.000 metri quadrati realizzata lungo il Fiume Pescara, nel Comune di Spoltore. Sulla base delle indagini condotte, è emerso che il coniuge della proprietaria dei terreni su cui è stata realizzata la discarica abusiva conduceva un’attività organizzata diretta allo smaltimento illecito di rifiuti speciali costituiti da materiali plastici e bituminosi, materiali di risulta provenienti dallo scarto di lavorazioni edili, blocchi di calcestruzzo, pezzi d’asfalto, laterizi e rottami vari.

I materiali abbandonati, per una quantità complessiva di diverse centinaia di metri cubi, provenivano in parte dall’attività di impresa, ormai cessata, di produzione di conglomerati cementizi svolta in passato dal predetto soggetto, nonchè dall’attività di altri cantieri. I coniugi sono stati così denunciati a piede libero per violazione alle norme del Testo unico ambientale.

La Guardia Costiera ha inoltre concentrato la propria attenzione sui depuratori degli insediamenti abitativi e industriali. Un capillare controllo del territorio complesso e gravoso, considerato l’immenso reticolo di fiumi, torrenti e fossi abruzzesi, con tratti spesso difficilmente raggiungibili e lontani dalle aree urbanizzate.