Spezia-Lanciano 1-0: Gentili risolve, rossoneri nervosi nel finale

LA SPEZIA – Sconfitta di misura per la Virtus che perde un’importante chance per rientrare in zona play-off. La rete che ha deciso il match in avvio di ripresa ad opera di Gentili. Padroni di casa con problemi di formazione viste le assenze di diversi giocatori e le contemporanea squalifica di Lollo, Lucioni, Ricci e Testini. Rientro di Bianchi in difesa e Vannucchi come trequartista. Gautieri deve rinunciare a Mammarella con Sarno preferito a Chiricò in avanti con Turchi e Pavoletti.

IL MATCH – In avvio subito pericolosi al 1′ gli abruzzesi con Volpe che sfrutta una leggerezza difensiva per concludere a rete ma Russo neutralizza il tiro. Al 15′ lo Spezia si rende pericoloso con Iunco che ben servito da Marotta scatta sul filo del fuorigioco conclude a lato. Dopo 4 minuti altro errore dell’attaccante di casa che serve in malomodo Vannucchi che era in ottima posizione. Al 20′ la Virtus deve rinunciare a D’Aversa oggi rientrato dopo un lungo infortunio, al suo posto Vastola.

Intorno alla mezz’ora il Lanciano ha alcune buone palle gol per sbloccare il risultato: al 32′ con Volpe che di testa colpisce sopra la traversa, al 34′ Sarno impegna con una conclusione Russo quindi un minuto dopo Turchi mette in difficoltà la retroguardia di casa che allontana in angolo. Allo scadere però è clamorosa la palla gol capitata a Iunco che perde l’attimo per calciare e serve Marotta e sul rimpallo Buzzegoli da fuori area calcia di poco a lato.

La ripresa regala subito la rete del vantaggio agli uomini di Serena che al 1′ passano: corner di Vannucchi e uscita difettosa di Aridità che in mischia è rapido a concludere in porta. Per la Virtus ci pensa il neo entrato Vastola a mettere i brividi a Russo con colpo di testa che sfiora il palo.

Il Lanciano non ci pensa su e un minuto più tardi si fa pericoloso con Vastola che mette di testa a fil di palo. L’ingresso di Chiricò da brio alla squadra di Gautieri che sembra più convinta quando attacca ma si scopre inevitabilmente alle ripartenze dei padroni di casa. Così al 51′ Madonna per Vannucchi che serve Casoli bravo a crossare per Iunco che si vede spiazzato da una deviazione della difesa rossonera. Al 54′ Vannucchi per Bianchi che di testa in tuffo mette a lato.

Al 55′ abruzzesi ad un passo dal pari con Pavoletti che si fa respingere la conclusione sulla linea di porta ed un minuto dopo con Volpe sfiora il palo. Al 60′ ancora Volpe di testa per poco non insacca su difettosa uscita di Russo. La gara non si sblocca e sale il nervosismo in campo. Ne fa le spese Capece che viene espulso per doppia ammonizione (80′) e sei minuti dopo le reiterate proteste del tecnico Gautiere vengono punite con l’allontanamento dello stesso dalla panchina. Nei minuti di recupero perde le staffe anche Aquilanti che per fallo intenzionale viene espulso lasciando la squadra in 9.

Abruzzesi che attraversano un momento poco felice e si vedono allontanare dai quartieri alti della classifica. Il timore è di ripercorrere una nuova stagione salutando l’opportunità di giocarsi chance play-off dopo un inizio stagione molto promettente.

TABELLINO:

SPEZIA (4-3-1-2): Russo; Madonna, Gentili, Bianchi, Mora; Buzzegoli, Grauso (41’ Ferrini), Casoli; Vannucchi (89’ Guerra); Iunco (70’ Pedrelli), Marotta. (Conti, Murolo, Chianese, Evacuo). All.: Serena.

LANCIANO (4-3-3): Aridità; Aquilanti, Amenta, Massoni, Scrosta (54’ Chiricò); D’Aversa s.v. (20’ Vastola), Capece, Volpe; Sarno, Pavoletti, Turchi ( 77’ Donnarumma s.v.). (Amabile, Rosania, Novinic, Paghera). All. Gautieri.

Arbitro: Pairetto di Nichelino.

Reti: 46’ Gentili.

Ammoniti: Buzzegoli, Marotta, Iunco, Capece, Pavoletti, Vastola

Espulso per doppia ammonizione Capece; espulso Aquilanti.

Angoli: 9 a 5.

Recupero: 1 minuto nel primo tempo; 2 minuti nella ripresa.