SOL: nasce lo Sportello Orientamento al Lavoro all’interno della Casa Circondariale di Pescara

SOL: nasce lo Sportello Orientamento al Lavoro all’interno della Casa Circondariale di Pescara

PESCARA -Consulenza orientativa personalizzata e seminari di orientamento al lavoro per i detenuti in via di dimissione e per quelli con pena residua a sei mesi, oltre che per i detenuti in semilibertà: sarà una delle attività del nuovo Sportello di Orientamento al Lavoro (SOL) che l’Assessorato al Lavoro e Formazione Professionale della Provincia, guidato da Antonio Martorella, ha presentato ieri mattina ai detenuti del carcere di San Donato.
All’ attività di orientamento sarà affiancata un’attività tipicamente amministrativa, rivolta a tutti i detenuti del carcere (attualmente sono circa 200) al fine di controllare la posizione di ognuno e procedere alla loro iscrizione al Centro per l’Impiego di Pescara, aggiornare lo status di disoccupazione, fornire una dichiarazione di disponibilità al lavoro ecc.: misure che facilitano un eventuale ingresso in azienda, una volta risolto il loro debito con la giustizia.
All’incontro all’interno del carcere è seguita una conferenza stampa cui hanno preso parte il direttore del carcere Franco Pettinelli, l’assessore Martorella, la direttrice dell’Ufficio detenuti e Trattamento Bruna Brunetti, la responsabile del Centro per l’Impiego e del SILUS (Servizio per l’utenza svantaggiata) della Provincia di Pescara Adelina Pietroleonardo, la direttrice dell’ufficio di esecuzione penale esterna Mariantontonietta Cerbo, la psicologa del lavoro Pia Baldassarre.
Lo Sportello nasce in seguito ad un protocollo d’intesa siglato lo scorso dicembre dall’Amministrazione Provinciale, il Provveditorato Amministrazione Penitenziaria Abruzzo e Molise (PRAP), la Casa Circondariale, l’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna, per la “definizione ed attuazione di attività in materia di politiche del lavoro rivolte alle persone detenute e in esecuzione penale esterna in una prospettiva di reinserimento nella società attraverso il sostegno ed il miglioramento dell’occupabilità”. Scopo dello Sportello, infatti – come ha ricordato l’Assessore Martorella “…è quello di sostenere i detenuti che stanno scontando gli ultimi mesi di pena nella uscita definitiva dalla detenzione, attraverso gli strumenti di cui dispongono i Centri per l’Impiego”. Gli operatori impegnati nell’ufficio, tutti provenienti dal settore Lavoro della Provincia, guideranno gli utenti della casa circondariale svolgendo sia un servizio amministrativo tradizionale, che un’attività di orientamento personalizzato, a cura degli psicologi orientatori del Settore, oltre ad una consulenza generale sui contratti di lavoro, a cura di consulenti del Lavoro. “Si realizza così un nostro obiettivo prioritario: quello di andare noi nella sede di utenti così particolari e attuare all’interno del carcere servizi che forse avrebbero potuto conoscere solo al momento della loro uscita definitiva. Invece in questo modo li aiutiamo già da oggi a preparare un bagaglio che risulterà prezioso nel nuovo viaggio che dovranno intraprendere una volta scontata la pena. Speriamo che tutto questa davvero al loro reinserimento nella società”.
“Abbiamo sempre avuto a cuore il problema del reinserimento lavorativo dei nostri detenuti – ha precisato Pettinelli – ma con la nascita di questo sportello grazie alla Provincia, diamo un contributo concreto al loro bisogno di ricostruire la propria vita lavorativa. In più, abbiamo la possibilità di monitorare il profilo di ognuno, e avere una base conoscitiva solida delle loro attitudini e dei loro trascorso lavorativo, in modo da poter accogliere eventuali proposte di corsi di formazione professionale o di attività lavorative in esterno”.

Oltre alla consulenza one to one, si svolgeranno dei seminari di orientamento al lavoro con laboratori per lo sviluppo delle abilità sociali e relazionali e per il sostegno di un percorso organico di tecniche di ricerca attiva del lavo, conoscenza dei contratti e previdenza.
Lo sportello sarà attivo una giorno alla settimana: il lunedì, dalle 9 alle 13.