Sert: nuova localizzazione approvata dal Consiglio comunale

PESCARA – Come avevamo già riferito in un precedente articolo la nuova sede del Servizio per le Tossicodipendenze sarà delocalizzato all’interno della cittadella ospedaliera restituendo serenità alle famiglie che vivono nella palazzina di Largo Lama, dove ha sede attualmente il Sert; infatti il Consiglio comunale ha ieri approvato con 29 voti favorevoli la relativa delibera resa immediatamente esecutiva per consentire il rilascio tempestivo della licenza edilizia.

L’assessore all’Urbanistica del Comune di Pescara Marcello Antonelli che ieri mattina ha presentato la delibera ha detto:

La nuova amministrazione comunale, pur non condividendo la nuova  localizzazione della struttura, scelta dal passato governo di centro-sinistra, ha comunque deciso di sbloccare la delibera, che la vecchia giunta non è riuscita a tirare fuori dal pantano, e di portarla a conclusione per senso di responsabilità.

Nel maggio del 2008  la vecchia dirigenza della Asl e la passata amministrazione comunale di centro-sinistra hanno annunciato di aver affidato l’appalto per la costruzione della nuova sede del Sert nell’area situata a ridosso del parcheggio a silos dell’ospedale civile, lavori aggiudicati all’impresa Di Carmine.

Dopo quattro mesi abbiamo però scoperto che il cantiere non poteva essere aperto perché né la Asl né il Comune erano proprietari dell’intera area individuata per la costruzione della struttura, aprendo un contenzioso che il centro-sinistra non è riuscito a dirimere, congelando il progetto, l’appalto e l’intera vicenda. Quando ci siamo insediati abbiamo ripreso in mano il progetto e, dinanzi alla prospettiva di vedere nuovamente dilatarsi i tempi, abbiamo individuato la soluzione più opportuna, ossia abbiamo traslato il fabbricato, lo abbiamo spostato di pochi metri rispetto alle previsioni evitando di occupare la fetta di terreno oggetto del contenzioso, che a questo punto proseguirà il proprio iter senza interferire con le opere. L’intervento è stato rimodulato e finalmente potrà partire.

Il centro-destra ha più volte espresso le proprie perplessità in merito alla localizzazione scelta che, a nostro giudizio, non è la soluzione migliore per il territorio cittadino.  Tuttavia, dinanzi alla necessità urgente di spostare comunque il Sert per restituire serenità ai residenti della palazzina di via Paolucci-Largo Lama da anni costretti a convivere con la costante presenza di utenti in condizioni di disagio in cura presso il Servizio, abbiamo comunque dovuto fare, per senso di responsabilità, uno sforzo portando avanti il progetto che ora dovrà procedere il più celermente possibile.

Ringraziamo il manager D’Amario per la propria disponibilità a rimodulare il progetto, mentre al consigliere comunale Pd Moreno Di Pietrantonio che per mesi ci ha sollecitato ad accelerare le procedure per la costruzione della nuova sede del Sert ricordo che quando egli stesso ha ricoperto per cinque anni la carica di assessore e poi di capogruppo di maggioranza di fatto non è mai riuscito a individuare una soluzione pure a portata di mano. I lavori per la realizzazione della struttura, di competenza della Asl, ora richiederanno almeno 9 mesi.