Senz’auto la qualità dell’aria migliora un pò…. la coscienza ecologica di più

PESCARA – La terza domenica senz’auto ha fatto registrare, secondo i dati dell’Arta, una complessiva diminuzione delle polveri sottili, ma quello che più conta ha fatto capire che tutti possono cambiare il proprio stile di vita…. è solo questione di volontà e basta iniziare dalle piccole cose.

Il gesto di lasciare l’auto qualche volta durante l’anno potrebbe farci riscoprire il nostro ambiente e stabilire una nuova sintonia con esso,basata sull’amore e sul rispetto per lo stesso. La presa di coscienza ambientale può diventare più concreta dunque se riusciamo ad entrare in una nuova dimensione personale e sociale, dove vengano messe in discussione tante scelte che in passato erano ritenute corrette ed inevitabili.

Le giornate senz’auto servono certamente a migliorare la qualità dell’aria, ma soprattutto quella del nostro modo di pensare facendoci capire come si può vivere in armonia con l’ambiente in cui viviamo e riflettere su quanto sia necessario per il singolo maturare una coscienza ecologica. Solo grazie a questa ci accorgeremo  che siamo noi ad inquinare….mentre credevamo che fossero gli altri .

L’assessore alla Mobilità del Comune di Pescara Berardino Fiorilli dopo aver ricevuto dall’Arta il report circa la qualità dell’aria delle ultime quarantotto ore, ossia il fine settimana ha affermato:

nessun intervento miracoloso, ma sicuramente un chiaro contributo al miglioramento della qualità dell’aria e all’abbattimento delle micropolveri sul capoluogo adriatico: è quanto si desume dalla lettura dei dati sui livelli del Pm10 relativi alla terza giornata di ‘Pescara senz’auto’ diffusi dall’Arta, dati che testimoniano una complessiva riduzione delle polveri in tutta l’area chiusa alle auto. Un esito che sicuramente ci conferma la bontà dell’iniziativa voluta e organizzata dalla nuova amministrazione comunale, tesa soprattutto a promuovere un’idea diversa di mobilità, puntando sull’uso di mezzi ecosostenibili, in vista dell’ultimo appuntamento fissato per domenica prossima, 21 marzo, con la partecipazione anche dei comuni di Spoltore, San Giovanni Teatino e Francavilla al Mare.

Ha commentato Fiorilli :

nella giornata di sabato  le particolari condizioni meteorologiche, ossia la temperatura fredda senza vento né pioggia, hanno sicuramente favorito un ristagno delle polveri nell’aria, facendo registrare, in condizioni di traffico normali, livelli limite di Pm10 in via Firenze, con 50 microgrammi, e viale Bovio, con 45 microgrammi, e due superamenti, il primo in piazza Grue, con 51 microgrammi, e il secondo in via Sacco, con 65 microgrammi. Nella giornata di domenica, con le stesse identiche condizioni climatiche, i valori del Pm10 si sono drasticamente ridotti, con 31 microgrammi in via Firenze, 45 in via Sacco, 41 in viale Bovio e un solo superamento, con 53 microgrammi in piazza Grue.

E’ evidente, in questo caso, l’incidenza esercitata dalla chiusura alle auto di due terzi della città, dalla riviera nord sino ai colli e dal lungofiume Paolucci sino al confine con Montesilvano, un blocco che ha escluso Porta Nuova e che non ha neanche causato il congestionamento delle vie rimaste aperte al traffico in centro. In realtà lo stop alle auto è durato appena cinque ore, ma è evidente che il terzo appuntamento ha iniziato a coinvolgere i cittadini che comunque, anche nel pomeriggio, nonostante tutte le strade fossero tornate a essere transitabili, hanno comunque preferito continuare a muoversi a piedi, in bici o a bordo dei due bus-navetta gratuiti per i passeggeri messi a disposizione dalla Gtm, due bus che hanno garantito i collegamenti all’interno della grande isola pedonale, sia in centro che nel quartiere Colli.

Ha proseguito l’assessore:

in altre parole l’azione di sensibilizzazione sta dando i propri frutti, dimostrando ai pescaresi che è possibile spostarsi e riappropriarsi della propria città anche senza prendere l’auto per percorrere un metro di distanza.

E intanto anche stamane si è svolto il terzo vertice tecnico per definire i confini e i perimetri della vasta ‘isola’ pedonale che domenica prossima 21 marzo, primo giorno di primavera, determinerà il blocco del traffico sull’intera Pescara e anche sui comuni limitrofi di Spoltore, San Giovanni Teatino e Francavilla al Mare. Già nella giornata di domani o al massimo di mercoledì si potranno definire i primi dettagli dell’iniziativa che avrà una valenza storica per il nostro territorio.