San Salvo: parte domani la riorganizzazione del servizio di igiene urbana

SAN SALVO (CH) – Il  sindaco Gabriele Marchese, l’assessore all’ambiente Nicola Sannino e il presidente della Commissione Ambiente Santini Costantino hanno annunciato che da domani martedì 25 maggio  si avrà  una città più pulita. Infatti, la ditta vincitrice della gara per l’affidamento del servizio di igiene urbana Econord – SAPI subentrerà a riorganizzare l’intero sistema di raccolta dei rifiuti in tutta la città.

Ha dichiarato il sindaco Gabriele Marchese:

il nuovo sistema di raccolta differenziata, più moderno ed efficace, prevede innnzitutto l’estensione del “porta a porta” in tutta la città che inizierà il 2 agosto nel capoluogo e il 1 settembre alla marina con la conseguente eliminazione delle isole ecologiche sulle strade. Dal 25 maggio al 2 agosto sarà condotta una campagna di informazione e sensibilizzazione presso ogni famiglia da parte di facilitatori incaricati di consegnare tutto il materiale necessario . In questa fase di passaggio la città ha subito disagi di cui ci scusiamo, ma con l’assunzione della gestione da parte della nuova ditta, San Salvo sarà totalmente ripulita e cambierà volto ponendosi tra i primi Comuni di 20.000 abitanti ad adottare la differenziata in modalità porta a porta su tutto il territorio.

Tra le migliorie che la nuova ditta apporterà al servizio c’è l’implementazione delle frequenze di raccolta soprattutto per le utenze commerciali per le quali, ad esempio, cartone ed organico saranno raccolti tutti i giorni; inoltre i rifiuti ingombranti e gli elettrodomestici saranno raccolti a domicilio su prenotazione ad un numero verde; ulteriori migliorie sono state introdotte anche per le utenze domestiche e particolare attenzione
sarà posta allo spazzamento e alla raccolta nel rione marina, dove, nei periodi di maggiore affluenza, la ditta garantisce un doppio passaggio.

Si sta predisponendo, infine, un Ecocentro in via Nuova Circonvallazione, dove i cittadini potranno conferire, in maniera differenziata, oltre alle tipologie di rifiuti già raccolte col porta a porta, anche materiali quali batterie, oli vegetali e altri che saranno ben specificati nel kit informativo che sarà consegnato. Un ufficio interamente adibito all’operatività ed alla funzione informativa del servizio di raccolta differenziata, sarà a disposizione dei cittadini con uno sportello, un recapito telefonico e uno di posta elettronica.

Ha  detto l’assessore all’ambiente Nicola Sannino:

siamo ad una svolta decisiva nella gestione dei rifiuti del territorio di San Salvo. La sfida è quella di rendere San Salvo una delle prime città in Abruzzo per pulizia, percentuale di raccolta differenziata, sostenibilità nella gestione dei rifiuti e rispetto per l’ambiente. Una sfida a cui tutti siamo chiamati a rispondere con responsabilità, impegno e collaborazione attraverso un piccolo sacrificio che diventerà presto una comoda abitudine.

Va detto che la ditta affidataria del servizio vanta esperienza di gestione del servizio “porta a porta” con ottimi risultati su tutto il territorio nazionale, nonché le certificazioni di qualità e ambientale ISO 9001 e ISO 14001.

Si vuole precisare infine che l’adeguamento delle tariffe è dovuto ai maggiori costi di conferimento in discarica che sono passati da 40 a 90 euro a tonnellata e che si traducono per il Comune in un aumento dei costi di 500.000 euro ed all’estensione del servizio “porta a porta” in tutta la città per una spesa di 450.000 euro (che copre i costi del servizio al 96%) per complessivi 950.000 euro. Occorre ricordare, infine, che nonostante l’adeguamento, San Salvo resta il Comune con la tariffa più bassa. Il sacrificio richiesto ai cittadini permetterà di migliorare notevolmente San Salvo sia sul piano della sostenibilità che su quello estetico.