Salvaguardia del territorio:l’AMP Torre del Cerrano indica i comportamenti corretti

AMP Torre del CerranoPINETO (TE) – In occasione del ferragosto l’AMP Torre del Cerrano,  nel ricordare    i divieti relativi alla  prevenzione degli incendi , sottolinea il ruolo che ognuno di noi ha nella salvaguardia dell’ambiente.Nell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano vi sono delicati ecosistemi che devono essere tutelati. Il comportamento rispettoso di ogni cittadino risulta importante e contribuisce a conservare il patrimonio naturalistico esistente. Si ricorda che è fatto assoluto divieto accendere fuochi lungo gli arenili e nelle pinete lungo la costa abruzzese ed in particolare nel territorio dell’area marina protetta, che si estende per circa 3,5 chilometri a nord di Torre Cerrano e 3,5 chilometri a sud della stessa. In concreto, sono assolutamente vietati tutti i fuochi a fiamma viva, i fuochi d’artificio e qualsiasi atto che possa causare un principio di incendio. E’ comunque vietato ogni altro atto che determini danno all’ambiente quali effetti sonori e musicali ad alto volume o l’accesso di veicoli motorizzati lungo l’arenile e in pineta. Si raccomanda pertanto a tutti il rispetto delle normative vigenti e si invitano i cittadini ad avvisare tempestivamente in caso di presenza fuochi o danneggiamenti all’ambiente le competenti strutture: Corpo Forestale per emergenza ambientale, telefono 1515; Capitaneria di Porto per emergenza in mare e demanio marittimo, telefono 1530; Polizia Municipale del Cerrano, telefono 085 9495283.
La politica di sensibilizzazione per la salvaguardia e la tutela dell’AMP ha trovato sempre piena collaborazione con il Comandante Giovanni Cichella della Polizia Municipale del Cerrano, che ha confermato la disponibilità anche quest’anno a svolgere un ruolo di coordinamento delle forze dell’ordine che saranno sempre attive anche nelle ore notturne con il supporto delle associazioni di volontariato Pros Onlus di Pineto e Croce Rossa Italiana di Silvi.

“La vocazione turistica del nostro territorio –  ha affermato il Presidente dell’AMP Benigno D’Orazio – non ha alcun valore se ad essa non si accompagna un’adeguata cultura ambientale dei suoi abitanti, turisti e cittadini in genere. Confido nel buon senso di tutti e nel rispetto del bene comune, affinché si evitino situazioni di pericolo e si riducano al minimo gli interventi repressivi e sanzionatori delle Forze dell’Ordine”.