Roseto: Programma Comenius Globalsolutions

Lo sviluppo sostenibile e le energie alternative i temi su cui verteranno i lavori realizzati dai ragazzi di scuole diverse e che saranno oggetto di confronto e discussione nel meeting.

ROSETO (TE) – Sono arrivati a Roseto con un carico di curiosità e tanta voglia di incontrare nuovi amici. Sono i trenta studenti di Grecia, Cipro, Spagna, Belgio, Polonia, Bulgaria, Lituania, Estonia e Regno Unito, ospiti della scuola media D’Annunzio-Romani per il Meeting Internazionale del programma Comenius.
Gli studenti, accompagnati dagli insegnanti, sono stati accolti lunedì mattina in Comune dal Sindaco Franco Di Bonaventura che nel suo saluto di benvenuto ha sottolineato l’importanza della scuola nel processo di costruzione dell’Europa:

Il sistema scolastico di Roseto degli Abruzzi è un vero e proprio fiore all’occhiello della città, poiché da sempre promuove lo spirito di appartenenza all’Europa, favorendo il rispetto e quindi la valorizzazione delle singole culture dei paesi membri. Le giovani generazioni – ha proseguito il primo cittadino – vanno formate alla conoscenza e al rispetto delle diverse culture. Questa integrazione può farci tutti migliori e più rispettosi, perché la cultura è un formidabile strumento di pace e prosperità.
Il momento di accoglienza è stato naturalmente accompagnato dal Dirigente scolastico Daniela Magno e per l’Amministrazione è stata presente anche il Vice Sindaco Teresa Ginoble.
Il progetto, coadiuvato dall’Agenzia Europe Direct del Comune di Roseto è molto articolato e prevede tra l’altro la visita ad una delle città d’arte più conosciute d’Europa, Atri, e al Laboratorio di Fisica Nucleare del Gran Sasso. L’incontro inoltre sarà l’occasione per mettere a confronto i lavori realizzati dalle diverse scuole sui temi dello sviluppo sostenibile e le energie alternative su cui è incentrato il progetto Comenius Globalsolutions.