Ristrutturazione scuola elementare via Rubicone:erogati i fondi dal Ministero

PESCARA – L’assessore alla Pubblica istruzione Roberto Renzetti ,ieri,nel corso della conferenza stampa convocata per ufficializzare l’avvio delle procedure per la riqualificazione della scuola materna ed elementare di via Rubicone,ha detto che per gli inizi del 2011 l’amministrazione comunale di Pescara avvierà i lavori di ristrutturazione del suddetto istituto. Nei giorni scorsi il Ministero ha ufficializzato l’erogazione dei fondi, pari a 500mila euro, cui si aggiungeranno altri 100mila euro stanziati dal governo cittadino e che in sei, massimo otto mesi, consentiranno di effettuare tutti gli interventi relativi alla messa in sicurezza, alla pianificazione antisismica, con il rifacimento anche delle fondamenta dell’edificio, e alla ristrutturazione generale.

L’obiettivo è riaprire la scuola già per il prossimo anno scolastico, restituendo la propria sede naturale ai bambini che oggi sono stati spostati nella scuola di via Lago Sant’Angelo, tenendo fede agli impegni assunti con le famiglie.

Ha ricordato l’assessore:

“La vicenda è giunta alla ribalta a fine agosto quando l’amministrazione comunale ha deciso di trasferire i circa 300 alunni della materna e delle elementari in un’altra scuola disponibile nel rione San Donato, quella di via Lago Sant’Angelo  perché era nostra intenzione sottoporre a un restyling completo l’istituto di via Rubicone, partecipando al finanziamento ministeriale messo a disposizione per opere di ristrutturazione e di messa in sicurezza ‘importanti’.

In quelle settimane il progetto è stato accolto con scetticismo soprattutto dalle forze politiche d’opposizione che hanno sollevato più di un dubbio sui tempi di realizzazione dell’intervento, sostenendo che ‘non ci sarebbe stato nulla di più definitivo del provvisorio’, alludendo in sostanza che il trasloco degli alunni in via Lago Sant’Angelo sarebbe divenuto presto definitivo.

Oggi siamo in grado di smentire con i fatti e le carte tali previsioni nefaste: il progetto del finanziamento ha subito un’accelerazione, tanto che l’amministrazione comunale stessa è dovuta ricorrere a una variazione del bilancio e del Piano triennale delle Opere pubbliche per inserire il progetto nell’annualità 2010.

Il nostro obiettivo  è quello di accelerare l’iter quanto più possibile per restituire al rione San Donato una scuola che rappresenta anche un importante punto di sviluppo sociale e di aggregazione, e che con il rifacimento degli spazi potrà migliorare le proprie attività.

Non solo: all’interno della scuola viveva anche la famiglia dell’ex custode della scuola, alla quale, con l’assessore alla Politica della casa Isabella Del Trecco siamo riusciti a dare con tempestività una sistemazione dignitosa e idonea, tutelando la presenza dei minori, dunque oggi l’edificio è completamente libero e disponibile, pronto per l’apertura del cantiere .