Riparte MusicArte nel Parco Sabucchi

PESCARA – Torna la classica rassegna musicale d’estate, MusicArte nel Parco 2011, giunta alla sedicesima edizione, e che quest’anno celebra i 150 anni dell’Unità d’Italia con un concerto ad hoc e i 50 anni di Amnesty International, in difesa dei diritti dell’uomo. Si tratta di 17 appuntamenti con il jazz, la musica concertistica sino al folk che prenderanno il via domani, 26 giugno. L’assessore alla Cultura Elena Seller nel corso della conferenza stampa  convocata con l’artista Maria Gabriella Castiglione, promotrice dell’iniziativa, per illustrare il cartellone,alla presenza anche  di Paolo Mariani, rappresentante di Amnesty, ha sottolineato:

anche quest’anno  MusicArte ha avuto il riconoscimento e il premio con Medaglia d’Oro del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, un premio all’elevata qualità e al prestigio di quello che oggi è un vero e proprio festival. L’amministrazione comunale ha la paternità totale dell’evento che a partire da domenica prossima 26 giugno si snoderà sino al prossimo 11 agosto con concerti categoricamente gratuiti che abbracciano ogni genere musicale, sino all’inserimento, quest’anno, dei cori folkloristici, lasciando emergere la sensibilità dell’artista vero l’attaccamento alle nostre radici. E l’abbinamento con i 50 anni di Amnesty International testimonia anche l’attenzione verso il sociale che tale manifestazione dimostra da sempre. Altra particolarità dell’evento, che come sempre si svolgerà all’interno del Parco di Villa Sabucchi, grazie anche alla collaborazione dei ragazzi della Laad che si occupano della manutenzione della struttura, sarà la partecipazione di artisti esclusivamente abruzzesi.

Ha specificato l’artista Castiglione:

tutti i concerti prenderanno il via alle 21.15  e saranno a ingresso gratuito. Nell’edizione 2011 ho perseguito tre obiettivi: innanzitutto il sociale, cercando l’unione con la più grande associazione nata cinquant’anni fa a difesa dei diritti umani; poi l’ideale abbracciando la musica a 360 gradi perché non ho mai creduto nei ‘festival monotematici’, ossia un festival del jazz, o del pop, la musica dev’essere sempre considerata e indagata nella sua stravagante varietà; infine i giovani: troppo spesso infatti si fanno cartelloni ad hoc riservati ad ‘artisti emergenti’ spesso esclusi da eventi importanti proprio per ragioni di età. In realtà artisti si nasce, e un giovane di vent’anni non avrà forse la maturità di uno di cinquant’anni, ma non per questo avrà meno talento. Per tale ragione ho deciso di coinvolgere giovani artisti che dimostreranno una bravura eccezionale.

Il cartellone si aprirà domenica 26 giugno con il concerto dei Tea For Four, che proporranno un programma jazz, pop, fusion e rock progressive. Il 3 luglio ci sarà l’esibizione del coro folkloristico ‘Colline Verdi Teatine’ . Ha sottolineato  ancora Castiglione:

un appuntamento inserito per ricordare le radici e le abitudini della nostra terra ; martedì 5 luglio recital di musica classica per chitarra e mandolino con il Magadis Corde Duo di Atmosfere Mediterranee; sabato 9 luglio ci sarà una novità, ossia una conferenza sul recupero del paziente psichiatrico attraverso la musica, convegno che sarà tenuto dal professor Paolo Crisante, seguito dal concerto del giovane lancianese Andrea Castelfranato, il musicista di Uno Mattina.

Domenica 10 luglio ci sarà l’esibizione del coro polifonico Incanto Teatino; martedì 12 luglio l’Orchestra giovanile Amadeus con 57 bambini diretti dal maestro Antonella De Angelis; sabato 16 luglio recital di chitarra classica con Claudio Paciocco; domenica 17 luglio il concerto ‘Landscapes’; il 21 luglio spazio al quartetto jazz Major 5; ancora il 22 luglio un coro folkloristico ‘Sa’ Mmalindine’; il primo agosto concerto ‘Solo Piano’ di Maria Gabriella Castiglione. Il 2 agosto celebrazione dell’Unità d’Italia con ‘L’Italia s’è desta’ con il baritono Renato Caldarale; il 3 agosto recital di pianoforte con Aurora Merciaro; il 4 agosto ancora un giovane protagonista, con un piano jazz Michele Ladogana; lunedì 10 agosto Paolo Mariani al pianoforte; il 9 agosto recital di pianoforte con Leonardo Pierdomenico. Si chiuderà l’11 agosto con il concerto ‘How Long’ con Paolo Crisante e Maria Gabriella Castiglione.