Rimini-Giulianova 2-1: il Romeo Neri si conferma tabù per i giallorossi

RIMINI – Se il Sud porta decisamente fortuna (7 punti in 5 trasferte), non si può dire lo stesso dell’Emilia-Romagna, regione nella quale era maturata l’ultima sconfitta (2-0 a Ravenna il 25 ottobre) prima di quella odierna. Così il Romeo Neri si conferma tabù per i colori giallorossi (solo 4 pareggi in 11 gare disputate). E pensare che la gara si era subito messa bene per gli abruzzesi, passati in vantaggio al 4′ con una punizione di Campagnacci, non irresistibile, ma che ha trovato impreparato l’ex pescarese Pugliesi.

Il Rimini, incassato il gol a freddo, ha provato subito a reagire e Dazzi al 7′ è stato costretto a deviare in angolo. Poco più tardi Vinetot ha salvato su conclusione ravvicinata di D’Antoni. Ma è stato ancora il Giulianova a sfiorare il gol con Campagnacci (25′) il cui tiro è andato vicinissimo al palo.  Dopo un paio di conclusioni romagnole senza fortuna, il Rimini è pervenuto al pareggio grazie ad una bella azione personale di Nolè. Nella ripresa i biancorossi sono partiti con l’acceleratore pigiato ed hanno trovato il gol del 2-1 al 17′ con una bella conclusione a fil di palo di Tulli.

La reazione del Giulianova è risultata sterile e c’è voluto un grande intervento di Garaffoni sulla linea (32′ su tiro di Tulli) per evitare la terza rete. L’ultima occasione è stata appannaggio dei giallorossi, ma Carbonaro ha perso l’attimo per concludere (39′) e l’azione è sfumata. Con questa sconfitta si conclude il girone d’andata nel quale il Giulianova ha conquistato 19 punti, intascandosi quasi metà salvezza.  Tra le note positive l’atteggiamento dei giovani, per nulla timorosi sia in casa che in trasferta, il basso numero di sconfitte (4 su 17 incontri) e la possibilità di allontanarsi dalla zona play-out cercando di fare punti nelle prossime 2 partite (Potenza e Foggia le avversarie). Tra quelle negative la scarsa vena realizzativa (solo 15 gol) e le pochissime vittorie (3). Per salvarsi non basta pareggiare e prima o poi si spera che questo trend venga invertito. I pareggi fanno morale, ma sono i 3 punti a fare classifica.

TABELLINO

RIMINI: Pugliesi, Catacchini, Regonesi, Cardinale, Lebran, Vitiello (14′ st Ischia), Nolè, D’Antoni, Di Piazza (39′ st A. Marchi), Matteini (28′ st Longobardi), Tulli. A disp.: Tornaghi, Rinaldi, Temperino, Christensen. All. Melotti.

GIULIANOVA: Dazzi, Sosi, Migliore, Vinetot, Garaffoni, Carratta, Carbonaro (44′ st Di Matteo), Dezi (27′ Del Grande), Melchiorri, Croce, Campagnacci (24′ st Schneider). A disp.: Gasparri, Faragalli, Lieti, Rinaldi. All. Bitetto.

Arbitro: De Faveri di San Donà di Piave.

Reti: 4′ pt Campagnacci, 41′ pt Nolè, 17′ st Tulli.

Ammoniti: Carbonaro, Catacchini, Dezi. Tulli.