Richard Benson, concerto live a Pescara venerdì 12 febbraio

BensonAl circolo arci Tipografia in via Raiale 169. A seguire dj set di Francesco Giuliani. Ingresso 10 euro con drink in omaggio

PESCARA – Il mitico rocker Richard Benson con il suo personalissimo spettacolo, si esibirà venerdì 12 febbraio alle ore 22 al circolo arci Tipografia in via Raiale 169 a Pescara (ingresso 10 euro con drink in omaggio).

Musicista attivo nell’underground romano dei primi anni settanta, nella sua carriera ha anche condotto diverse trasmissioni televisive e radiofoniche a sfondo musicale ed è saltuariamente ospite in varietà sulle reti nazionali.

Figura storica delle emittenti private romane, ha costruito la sua fama (dapprima limitata al solo ambiente popolare romano e poi allargatasi al web e alla televisione) soprattutto grazie ai suoi spettacoli, nei quali è vittima di insulti.

Dopo aver militato in vari gruppi giovanili, agli albori degli anni settanta entra nei Buon Vecchio Charlie, esponente minore della scena progressive rock italiana di quel periodo.

Un unico album, l’omonimo Buon vecchio Charlie, in gran parte strumentale, viene inciso nel 1971 dall’etichetta discografica indipendente Suono.
Il disco è considerato oggi una delle maggiori rarità del genere pur essendo stato ristampato quasi venti anni dopo su cd dalla Melos e su vinile dalla Akarma.

Molti lo ricorderanno anche sul palco di entrambe le edizioni del festival di villa Pamphili, avvenute nel 1972 e nel 1974 sul cui cartellone figuravano nomi del calibro di Banco del Mutuo Soccorso, Osanna, Stradaperta, Garybaldi, Quella Vecchia Locanda e persino ospiti stranieri quali Van Der Graaf Generator, Hawkwind e Soft Machine.

Nel corso degli anni seguenti, Benson continua incessante la sua attività live e la sua presenza in Tv, come ospite in alcune trasmissioni RAI ma anche conduttore di alcuni programmi in emittenti locali.
Ha inoltre collaborato anche con numerosi magazine nazionali quali Ciao 2001.
Celebre anche il suo cameo nel film di Carlo Verdone “Maledetto il giorno che t’ho incontrato”.

Il 16 marzo 2015 ha siglato un contratto discografico con la INRI, etichetta discografica indipendente di Davide Pavanello dei Linea 77, con la quale ha pubblicato L’inferno dei vivi.
Anticipato dal singolo I nani, uscito digitalmente il 13 aprile 2015, l’album è stato prodotto dai Tiromancino, i quali hanno pubblicato sulla loro pagina Facebook il video della firma dell’accordo, durante la quale era presente Federico Zampaglione.

CONDIVIDI