Ricapitalizzazione Saga: …. e ritorna il sereno

Il sindaco Mascia accoglie con entusiasmo l’intervento della Regione a favore dell’aeroporto d’Abruzzo e intravede per il futuro dello stesso prospettive positive .

PESCARA –  Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia, al termine della riunione di ieri dell’Assemblea dei soci della Saga , la società che gestisce i servizi a terra dell’aeroporto di Pescara, ha detto che il vertice ha consentito di diradare tutte le nubi. Infatti la Regione Abruzzo ha confermato la propria ferma volontà di ricapitalizzare per circa 4 milioni di euro la società stessa, in altre parole di continuare a investire su quello che non è sicuramente solo un aeroporto di ‘provincia’, ma piuttosto è lo scalo d’Abruzzo. Il sindaco ha anche sollecitato la Regione Abruzzo a compiere un ulteriore sforzo per prevedere al più presto il rinnovo della governance della Saga e dare mandato al Consiglio d’amministrazione di redigere il Piano industriale per disegnare il futuro sviluppo dell’infrastruttura.

Mascia, che ha accolto con  entusiasmo la decisione dell’intervento della Regione, ha inoltre detto:

oggi abbiamo dunque messo a segno una nuova giornata memorabile per Pescara e per l’aeroporto regionale, una giornata che ha finalmente diradato le nubi dello scorso vertice. Evidentemente la settimana di riflessione, di confronti politico-amministrativi, di incontri bilaterali con i consiglieri regionali di Pescara e soprattutto di interventi della maggioranza di centro-destra al Comune per sensibilizzare tutte le Istituzioni su un tema tanto delicato e strategico hanno sortito l’effetto che avevo personalmente auspicato al termine della riunione la scorsa settimana.

Le prospettive per il futuro del nostro scalo sono sicuramente positive e personalmente ribadisco l’impegno di voler procedere, come Comune di Pescara, alla ricapitalizzazione della Saga, contribuendo per la nostra quota parte, pari al 9,75 per cento, alla ricostituzione del capitale sociale, provvedimento che ovviamente sottoporrò al Consiglio comunale all’esito dell’approvazione del bilancio. Il nostro obiettivo è quello di salvare il futuro dell’aeroporto e le rotte più importanti, che oggi ci garantiscono il collegamento del capoluogo adriatico con alcune delle maggiori città italiane, come Bergamo, Milano, Cagliari o Catania, ma soprattutto con alcune delle più grandi metropoli europee, come Francoforte, Londra, Eindhoven, Barcellona, Tirana e, a partire da maggio e giugno anche con Bruxelles, Bucarest, Creta, Oslo, Parigi e Toronto. Collegamenti che hanno dato alla nostra città un ruolo di primo piano nel panorama internazionale e che l’amministrazione comunale intende promuovere e rafforzare.

Ha proseguito il sindaco:

ora  chiediamo alla Regione Abruzzo e al presidente Chiodi un ulteriore sforzo, ossia quello di provvedere in tempi rapidi al rinnovo della governance della Saga, dando mandato al Consiglio d’amministrazione di redigere il Piano industriale per disegnare il futuro sviluppo dell’aeroporto ricorrendo, eventualmente, anche alle risorse del Governo nazionale, già anticipate stamane dagli assessori regionali e che vedrebbero attribuire all’aeroporto d’Abruzzo circa 6milioni di euro, o attingendo anche a fondi europei.

Grazie a tale intervento Pescara potrà continuare a rivestire un ruolo fondamentale nel piano dei collegamenti aerei, non divenendo il terzo aeroporto di Roma, ma piuttosto consolidando, con Ancona e Bari, la propria posizione quale punto di snodo nevralgico e strategico per le rotte aeree nell’area dell’Adriatico, puntando non solo al potenziamento dei collegamenti con l’Europa centrale, ma anche a quelli con l’Europa dell’est e con i Balcani.