Real Marcianise-Giulianova 1-2: abruzzesi in zona play-off

MARCIANISE (CE) – La vittoria al Progreditur di Marcianise permette agli uomini di Bitetto di stanziarsi in zona play-off, anche se non è il caso di volare troppo con la fantasia visto che il campionato è ancora molto lungo. Per ora questi punti servono a far morale e a tener lontano la zona play-out e le ultime posizioni nelle quali il Giulianova era stato relegato alla vigilia del campionato. Molti addetti ai lavori infatti indicavano nei giallorossi la principale candidata alla retrocessione diretta. Invece per ora è una delle note liete del girone.

La vittoria in terra campana ha mostrato la forza di reazione del Giulianova, che andato in svantaggio per la seconda gara consecutiva, ha prima pareggiato il gol di Alfano con Migliore e poi ha fatto suo l’incontro con il primo centro in campionato di Campagnacci su rigore. Bene per i 3 punti, ma come detto meglio non esaltarsi in quanto questo successo è frutto anche della disastrosa situazione in cui versa la Marcianise calcistica (mentre quella pugilistica colleziona medaglie d’oro ai Mondiali): caro-prezzi (buona parte della tifoseria contesta il costo di 15 euro per un biglietto), campagna acquisti deficitaria, stadio quasi vuoto e silenzioso (appena 400 spettatori), presidente vicino all’abbandono, allenatore che non sa più dove mettere le mani e squadra di conseguenza allo sbando.

Un incontro che era cominciato bene per il Marcianise, passato in vantaggio con Alfano (13′), lesto a ribattere in rete una corta respinta di Dazzi. Il Giulianova, colto nell’orgoglio, ha cercato il pareggio con Campagnacci (19′), prima di ristabilire l’equilibrio con un tiro di Migliore deviato da un difensore marcianisano. La ripresa si apriva con un gol sbagliato clamorosamente da Croce (2′), mentre il minuto 13 segnava un’altra chiave di svolta dell’incontro con l’espulsione di D’Ambrosio per doppia ammonizione. 5 minuti più tardi l’episodio decisivo: Carbonaro viene atterrato in area e Campagnacci non sbaglia dal dischetto sotto il gruppetto di ultrà giuliesi. La reazione del Real è d’orgoglio, ma non porta pericoli dalle parti di Dazzi. Al triplice fischio il Marcianise scivola nel baratro, quarta sconfitta consecutiva ed ultimo posto, mentre il Giulianova può preparare con il giusto spirito il quasi proibitivo derby contro la corazzata Pescara