Ravenna-Giulianova 2-0: come da pronostico pesano le assenze

RAVENNA – Un Giulianova ridotto con tante assenze è uscito battuto, come da pronostico, dal Benelli di Ravenna ed ha dovuto rimandare per l’ennesima volta l’appuntamento con la vittoria (ultima il 13 settembre a Marcianise), interrompendo una serie utile di 3 pareggi consecutivi.  Gli uomini di Bitetto hanno retto per quasi un tempo, ma si sono dovuti poi arrendere alla forza dell’avversario.

Nel primo tempo il Ravenna non porta pericoli alla porta di Dazzi se si eccettua un tiro-cross di Sciaccaluga terminato sul palo. Anzi sono proprio i giallorossi abruzzesi ad andare vicino al gol con Vinetot al 43′, ma il francese tutto solo di fronte ad Anania spedisce incredibilmente fuori.  Al 45′ l’episodio che cambia la gara: Dezi atterra Cavagna nei pressi dell’area di rigore, per Santonocito non ci sono dubbi ed assegna il penalty. Dagli 11 metri Ciuffetelli sbaglia, ma è poi lesto a ribadire in rete la respinta di Dazzi.

Nella ripresa la situazione peggiora per i giallorossi e dopo le due conclusioni di Scappini (48′) e Packer (51′) giunge il cambio obbligato di capitan Garaffoni, già claudicante prima della gara. A quel punto il Ravenna prova a chiudere la gara, ma rischia di subire il pareggio prima con Campagnacci (64′ ,ottima chiusura di Ferrario)  e poi con Croce (65′ bravo Anania a respingere). I pericoli svegliano il Ravenna che trova il sospirato raddoppio al 77′ con una grande conclusione da fuori area di Packer imparabile per Dazzi.

Per i giallorossi uno stop previsto alla luce dei numerosi infortuni e della mancanza di campi agibili dove disputare gli allenamenti settimanali (i soli campi praticabili i sintetici della Fattoria Cerreto). Ora la situazione si fa critica, con le concorrenti alla salvezza che guadagnano punti, spingendo i giallorossi alla soglia della zona play-out. D’altronde era previsto un campionato di sofferenza e tale si sta rivelando, ma Bitetto è uomo abituato alle sfide impossibili (e lapromozione dello scorso anno lo dimostra) e sicuramente darà il massimo per provare ad uscire da questa situazione.