Pubblica illuminazione, Pescara: 2100 pali nuovi in un anno

Accanto al maxi-programma di interventi sui pali della pubblica illuminazione, si porterà avanti un progetto per installare impianti fotovoltaici.

PESCARA –  Pescara Gas ieri mattina ha presentato un maxi-programma di interventi, che prenderà il via nei prossimi giorni e riguarderà tutte le zone periferiche della città, dall’intero rione San Donato, alla pineta sud, da via Prati sino all’ingresso della circonvallazione e poi tutta la zona ovest, con via Salara Vecchia. In un anno verranno sostituiti 2100 pali della pubblica illuminazione, alquanto datati e completamente fatiscenti. Mentre si realizzerà il piano di emergenza, Pescara Gas porterà avanti il progetto di installazione di impianti fotovoltaici sul territorio cittadino, strutture capaci da un lato di alimentare la stessa rete della pubblica illuminazione e, dall’altro, di consentire al Comune di ‘rivendere’ la stessa energia elettrica.

Il  Presidente della Commissione consiliare Affari Generali Marco Mambella dopo lo svolgimento della seduta  di ieri della Commissione alla quale ha preso parte il Presidente di Pescara Gas Tullio Tonelli ha spiegato:

Nel corso del vertice, sono stati forniti i numeri degli interventi effettuati negli ultimi anni, cifre che hanno lasciato emergere un netto incremento delle opere sul territorio nel 2009: nel 2007 Pescara Gas ha provveduto alla sostituzione di soli 200 pali ormai vetusti e cadenti; nel 2008 i pali rimossi sono stati 298; nel 2009 siamo passati a 1.042 interventi che nel 2010, come da cronoprogramma già stilato, passeranno a ben 2.100. Pronta anche la mappatura delle aree che saranno interessate da tale opera di installazione di nuovi pali, che andranno a sostituire quelli vecchi di oltre trent’anni, nati con gli stessi quartieri e mai sottoposti a interventi di manutenzione straordinaria: le aree saranno il rione San Donato, dunque via Rio Sparto, via Panaro, via Aldo Moro, via Pietro Nenni, via Cetrullo. Quindi la zona sud, con via Luigi Anelli e tutte le traverse circostanti; poi l’intera zona di via Prati, con le strade che si intersecano all’asse principale e sino all’ingresso della circonvallazione, via Monti Reatini, e poi via Salara Vecchia, la via Tiburtina, tutta la zona circostante l’ex azienda Ferri, via Sacco, e ancora via Fosso Cavone.

Ha proseguito Mambella:

Interessate anche alcune zone del centro, tra cui l’area circostante piazza Italia, tutt’attorno al Palazzo comunale, via Bologna e via Avezzano anche se le vie del centro in realtà sono già state interessate da interventi consistenti tesi anche all’abbattimento dell’inquinamento luminoso attraverso la sostituzione delle vecchie lampade tonde con i nuovi impianti rivolti verso il basso. Pensiamo ai nuovi lampioni appena installati in via Lazio, via Gobetti, corso Vittorio Emanuele e via Nicola Fabrizi.

Intanto Pescara Gas sta elaborando un progetto che verrà presentato nei prossimi giorni all’amministrazione comunale, teso all’installazione sul territorio cittadino di impianti fotovoltaici capaci di garantire autonomia a tutti i pali della pubblica illuminazione nell’erogazione di energia elettrica e, al tempo stesso, dotando la città di una risorsa da utilizzare per alimentare altri comuni. Uno di questi impianti potrebbe essere installato nell’area dell’ex discarica di Fosso Grande, una volta completata la sua bonifica. Non solo: Pescara Gas ha anche ufficializzato di aver effettuato nel corso del 2009 interventi per la sostituzione e il rifacimento  di 4.400 metri lineari di reti del gas, che nel 2017 torneranno in gestione al Comune, e gli uffici stanno ora completando il cronoprogramma degli interventi previsti per il 2010.