Pescara, presentati i Campionati Italiani indoor di Pattinaggio Corsa

PESCARA – Si è svolta ieri mattina presso il Comune di Pescara la conferenza stampa relativa  ai Campionati Italiani di Pattinaggio  Corsa, manifestazione che si svolgerà dal 24 al 26 febbraio prossimi presso il pattinodromo comunale ex Gesuiti del capoluogo adriatico.Parteciperanno circa 700 atleti , compresi i grandi campioni della Rosa Azzurra. Oltre 30 titoli in palio per cinque categorie maschili e femminili, dai ragazzi I anno (12 anni) fino ai seniores (dai 19 in poi). Un’occasione unica che vedrà la presenza a Pescara di almeno 4.500 persone che per tre giorni graviteranno sul territorio alla scoperta della città, un evento che apre ai grandi appuntamenti sportivi che caratterizzeranno tutto il 2012.
Alla conferenza stampa di presentazione , che ha ribadito la sinergia operativa degli attori in gioco: la Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio, il Comune di Pescara e la stessa Provincia, il Comitato Organizzatore, hanno preso parte  l’assessore allo Sport del Comune di Pescara Nicola Ricotta ,  l’onorevole Sabatino Aracu, Presidente della Federazione Pattinaggio, l’assessore allo Sport della Provincia di Pescara Aurelio Cilli, Davide Aracu e Angelo Lombardi della Società di Pattinaggio Pescara.

Ha sottolineato il Presidente Aracu:

ancora una volta un grande evento legato al Pattinaggio si svolge a Pescara  perché la città Adriatica ha la migliore struttura per il pattinaggio di corsa d’Italia: le altre disponibili si trovano una a Mestre e l’altra a L’Aquila, ma quest’ultima è purtroppo inagibile dal terremoto. Ma c’è di più: il nostro obiettivo è quello di creare proprio a Pescara una tradizione sportiva dei Campionati Italiani assoluti indoor d Pattinaggio perché sino a oggi tali eventi si sono svolti sempre su piste a bassa velocità perché con curve in piano, invece oggi la qualità dell’impianto pescarese è straordinario disponendo delle curve sopraelevate per la corsa. A questo punto dobbiamo far diventare gli indoor una tradizione di Pescara, che ha una bella stazione ferroviaria, un aeroporto in crescita, ovvero è una città facilmente raggiungibile. Teniamo conto che con l’appuntamento dei Campionati Italiani porteremo in città ben 700 atleti provenienti da ogni parte d’Italia, di 100 società, dal Veneto, la Lombardia, la Sicilia, atleti che arriveranno con tecnici, dirigenti sportivi e famiglie al seguito e che per tre giorni, venerdì, sabato e domenica prossimi, gireranno nelle nostre strade. Parliamo di 1.200 persone solo se consideriamo la carovana sportiva, 4.500 presenze se consideriamo l’indotto complessivo, visitatori che dormiranno nei nostri alberghi, mangeranno nei nostri ristoranti e spenderanno nei nostri negozi, ovvero un giro economico di circa 500mila euro, cifre che trasformano un evento sportivo in evento economico-turistico sul quale la città deve saper investire anche per il futuro, pensando al progetto di realizzazione di un Centro Sportivo di Alta Specializzazione Permanente che veda la compartecipazione di Comuni, Provincia, Asl e imprenditori locali. Pescara è infatti una città commerciale con un hinterland industriale e nostro impegno potrebbe essere quello di trovare atleti che possano ‘studiare’ a Pescara tramite borse di studio, trovando un alloggio nel capoluogo adriatico, stringendo un accordo con la Asl per visite mediche e prestazioni, e individuando aziende che diano un lavoro a quegli atleti, lasciando però loro il tempo necessario anche per allenarsi da campioni. Questo significherebbe per Pescara polarizzare l’attenzione sullo sport.

Ha detto Ricotta:

ospitare i Campionati di Pattinaggio è solo il primo passo nell’ambito della conquista del titolo di ‘Città Europea dello sport 2012’ che a sua volta ha fatto seguito all’edizione straordinaria dei Giochi del Mediterraneo che abbiamo ospitato nel 2009. Stiamo già provvedendo a organizzare nuovi eventi sportivi di rilievo, come la seconda edizione dell’Iron Man, che non sono solo manifestazioni fini a se stesse, ma fanno parte di un progetto più ampio che coinvolge l’economia dell’intero territorio.

La Provincia di Pescara, nell’intervento dell’Assessore al Turismo Aurelio Cilli (un passato da pattinatore), ha insistito sulla valenza economica della manifestazione, la quale è a tutti gli effetti un’occasione per mostrare il territorio a persone provenienti da ogni angolo dell’Italia. Cilli ha anche riferito dell’aspetto educativo dello sport e, riferendosi ai due ex atleti Aracu (pattinaggio corsa, appunto) e Ricotta (basket) “chi ha fatto sport sa fare squadra: la conferenza stampa di oggi ne è una prova.”

Il Comitato Organizzatore, rappresentato da Davide Aracu ed Angelo Lombardi. Aracu ha tenuto a precisare che l’obiettivo primario di questi campionati è lasciare un gran bel ricordo di Pescara nei partecipanti, per dimostrare la cultura organizzativa ed ospitale ‘made in Abruzzo’. Lo stesso ha anche ringraziato tutti i componenti della squadra di volontari, i quali stanno lavorando tanto e bene per far sì che ogni criticità sia esaurita, ma anche il Comune di Pescara, che sta fornendo un supporto logistico costante. Lombardi, componente dello staff tecnico della nazionale italiana di pattinaggio corsa, ha garantito la partecipazione alle gare di tutti i migliori atleti tricolore ed ha anche ricordato che l’intera competizione è ad ingresso libero e gratuito, così da avvicinare un gran numero di persone ad uno sport assolutamente spettacolare ed adrenalinico.Presente anche il Presidente Regionale Abruzzese della Federazione Pattinaggio, Pasquale Volpe, primo promotore della manifestazione.