Pescara, via Rigopiano: sgombero alloggio occupato abusivamente

PESCARA – Continua il fenomeno delle occupazioni abusive di case popolari a Pescara .Questa volta è accaduto in via Rigopiano, al civico 88/2 dove una coppia di stranieri, moglie e marito, sono penetrati in un alloggio murato e, peraltro, inagibile. Ad accorgersi della loro presenza, all’alba di ieri, sono stati gli altri residenti dell’immobile, che, dopo aver allertato le Forze dell’Ordine e i Vigili del Fuoco, sono intervenuti personalmente evidentemente stanchi di subire quanto sta accadendo nelle ultime ore. Quando la Polizia municipale è arrivata sul posto, ha praticamente trovato i due già fuori dall’appartamento, con le due coperte e qualche busta in mano, mentre cercavano un rifugio dagli altri inquilini sul piede di guerra. I due sono stati ovviamente denunciati e allontanati e l’Ater, proprietaria dell’immobile, ha provveduto a murare nuovamente l’appartamento. Il Presidente della Commissione consiliare Sicurezza del Territorio Armando Foschi, ufficializzando quanto accaduto, ha ricordato:

appena pochi giorni fa abbiamo subito ben 5 occupazioni abusive scattate contemporaneamente, e solo in un caso siamo riusciti a liberare subito l’alloggio, mentre per quattro casi, la presenza di minori ci ha impedito di procedere con lo sgombero immediato e dovremo avviare le procedure per lo sfratto esecutivo. Ieri notte è arrivato il sesto caso: come poi ricostruito dalla Polizia municipale, una coppia di rumeni è entrata di notte nello stabile di via Rigopiano, al numero civico 88/2, ha abbattuto il muro di forati che copriva l’ingresso di un appartamento che peraltro era stato dichiarato inagibile dalla Polizia municipale un anno fa in seguito a un incendio che aveva carbonizzato il solaio. I due vi hanno trascorso la notte sino a quando, all’alba, altri inquilini dello stabile si sono accorti dell’occupazione abusiva e hanno allertato le Forze dell’Ordine e i Vigili del Fuoco. Nel frattempo gli stessi cittadini sul piede di guerra hanno risvegliato i due occupanti sino a spingerli a lasciare l’alloggio: quando i vigili urbani e i vigili del fuoco sono arrivati sul posto, li hanno trovati sul pianerottolo. Per entrambi è scattata la denuncia penale, mentre i Vigili del Fuoco hanno confermato l’inagibilità dell’alloggio che è stato nuovamente murato dagli operai dell’Ater.