Pescara,sequestrata merce contraffatta

PESCARA – Nella tarda serata di venerdì è stata effettuata una maxi-operazione di sequestro di merce contraffatta da parte della Polizia municipale di Pescara con la denuncia di un cittadino di origine francese sorpreso con la merce ‘clandestina’. L’operazione è avvenuta in pieno centro nel corso dei controlli antiabusivismo effettuati dagli agenti, coordinati dal Tenente colonnello Attilio Gallo e dal maggiore Adamo Agostinone, a conferma dell’attenzione  dell’amministrazione comunale  contro ogni forma di illegalità e di mancato rispetto delle regole sul territorio cittadino.

Il sindaco Albore Mascia ,commentando l’operazione dopo aver ricevuto il report della Polizia municipale,ha detto:

il blitz è scattato poco prima delle 21, con l’utilizzo delle pattuglie assegnate alla viabilità e al commercio, con due unità motomontate : gli accertamenti si sono concentrati tra corso Umberto e la riviera nord. In pochi minuti gli agenti hanno accerchiato due ambulanti evidentemente privi di licenza, che avevano allestito a terra le proprie bancarelle, nel centralissimo corso Umberto. Uno è riuscito a fuggire, mescolandosi tra la folla del venerdì sera, il secondo è stato bloccato. L’uomo, di origine francese, è stato denunciato per vendita di merce contraffatta e infatti è stato trovato in possesso di 175 cd musicali e 82 dvd privi del marchio Siae, 10 video pornografici, 19 borse contraffatte Prada e Luis Vuitton, 4 cinture false griffe, e 16 maglie falsi Ralph Lauren.

Il secondo ambulante abusivo, fuggito, era invece in possesso di 4 portamonete, 9 borse, 22 ombrelli, una cintura, 3 paia di calze e 107 aquiloni. In questo caso non si trattava di merce contraffatta, ma comunque l’ambulante non aveva la licenza né l’autorizzazione alla vendita in corso Umberto. Tutta la merce ovviamente è stata posta sotto sequestro, ma soprattutto si evidenzia la massima attenzione dell’amministrazione comunale per garantire l’ordine pubblico e il rispetto delle regole sul territorio. Tra l’altro i controlli già in atto saranno ulteriormente intensificati tra qualche settimana con l’arrivo del periodo natalizio per contrastare ogni forma di abusivismo.