Pescara,Savini su Monumento ai Caduti di Piazza Garibaldi

Il Consigliere Provinciale ne  denuncia  lo stato di degrado e di abbandono

PESCARA – Camillo Savini, Consigliere Provinciale di Forza Italia, nonché Presidente Provinciale dell’Unione Monarchica Italiana, e componente di AssoArma,denuncia

lo stato di degrado e di abbandono del Monumento ai Caduti sito nella Piazza Garibaldi di Pescara.
  Fa inoltre presente di aver effettuato diversi sopralluoghi al suddetto monumento, riscontrando un grave stato di incuria, manifestantesi nella presenza di rifiuti vari, quali rimasugli di cibi e bevande ad altro ancora, sulla base di detta scultura, nonché deturpanti scritte.
La piazza sulla quale il monumento insiste, nonché lo stesso, sono poi fatti oggetto di esibizioni “atletiche” di giovani skaters che danno prova della propria abilità lanciandosi dal piedistallo del monumento, ponendo in essere anche un pericolo per i fruitori della piazza.
Dopo aver ascoltato anche le giuste lamentele di tanti cittadini e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma al riguardo, lo scrivente chiede al Sindaco e alle autorità competenti che si ponga attorno ad esso una recinzione atta a preservare la sacralità del monumento, omaggio della Città ai caduti di ogni guerra e di ogni credo politico, monumento che dovrebbe essere mantenuto nella massima venerazione e con il massimo riguardo, ed è invece ridotto a luogo di bivacco di giovani e di clochard che addirittura sembra lo usino per soddisfare i propri impellenti bisogni.
Sarebbe inoltre il caso di apporre su di esso una targa identificativa che ne spieghi il significato e ricordi ai cittadini tutti ed agli innumerevoli visitatori (si ricorda che la Piazza Garibaldi è a ridosso della Casa Natale di Gabriele d’Annunzio, monumento nazionale, e quindi non proprio in zona periferica) il tributo di sangue e gli eroismi apportati alla nostra storia patria da coloro che furono ed ai quali il monumento vuole rendere omaggio ricordandone le gesta ed il sacrificio.