Pescara, riaperto primo tratto di via Mazzini

PESCARA – È stato riaperto al traffico pedonale ieri mattina il primo tratto di via Mazzini, compreso tra via Michelangelo Forti e via Cesare Battisti dove si sono ufficialmente conclusi i lavori di riqualificazione e ripavimentazione. Ormai mancano solo i nuovi impianti della pubblica illuminazione che arriveranno tra qualche giorno.
Agli ingressi dell’asse viario sono stati posti degli ostacoli per impedire l’accesso delle auto, nel frattempo la nuova impresa che ha assunto il subappalto dell’opera ha dirottato otto operai nel secondo tratto interessato dalle opere, compreso tra via Cesare Battisti e via Regina Margherita,  dove sarà concentrato ogni sforzo per accelerare quanto più possibile l’intervento purtroppo rallentato da alcuni problemi registrati dalla precedente impresa subappaltatrice.
L’assessore alla Riqualificazione urbana e alla Mobilità Berardino Fiorilli ieri mattina ha effettuato un sopralluogo sul cantiere con il dirigente Fabrizio Trisi ed ha detto:

i lavori di riqualificazione di via Mazzini, iniziati lo scorso settembre, hanno purtroppo subito un rallentamento in seguito a un’interruzione di alcuni giorni dovuta all’assenza di un allaccio Enel. Le opere sono riprese il 3 dicembre  accelerando quanto più possibile mentre la Erta di Roma, che ha vinto l’appalto, si è intanto rivolta a un’altra impresa per il subappalto. Siamo andati avanti su due fronti: una squadra si è occupata del ripristino della pavimentazione in betonella e porfido squadrato e a cubetti nel primo tratto, tra via Forti-via Poerio e via Cesare Battisti; la seconda ha completato il rifacimento dei sottoservizi nel secondo tratto, tra via Battisti e via Regina Margherita. Ieri sera l’impresa ha completato ogni rifinitura sul primo tratto dove stamane sono state rimosse le transenne e il cordone rosso che delimitava il cantiere per consentire ai primi pedoni di prendere pieno possesso del nuovo asse viario, costruito proprio favorire e incentivare il passeggio, come già accade in via Roma, via Trento o via Piave e l’effetto è stato immediato.

Già intorno alle 11 i cittadini sono tornati ad affollare la strada per guardare le vetrine o fare i propri acquisti, approfittando peraltro della totale assenza di auto che oggi non possono entrare nella strada per la presenza di ostacoli. Su tale tratto, a questo punto, manca esclusivamente la nuova illuminazione: i pali dovrebbero arrivare a giorni, nonostante il periodo festivo, e subito verranno installati al posto di quelli vecchi comunque funzionanti. Contestualmente con l’impresa abbiamo deciso di dirottare entrambe le squadre, otto operai in tutto, sul secondo tratto, tra via Battisti e via Regina Margherita, dove le unità hanno lavorato anche oggi con l’obiettivo di far presto per restituire serenità e tranquillità a residenti e commercianti ai quali abbiamo certamente chiesto un grande sacrificio, ma siamo altrettanto certi che il nuovo aspetto di via Mazzini ci ripagherà di ogni sacrificio affrontato, fermo restando che, concluso l’intervento, verificheremo a tavolino ogni criticità registrata.