Pescara,regolare il conferimento rifiuti presso l’impianto di contrada Casoni

PESCARA – L’assessore all’Ambiente del Comune di Pescara Isabella Del Trecco ha comunicato che ieri  si sono svolte regolarmente, senza alcun ritardo né problema,  le operazioni di raccolta e conferimento dei rifiuti solidi urbani di Pescara presso l’impianto situato in contrada Casoni di Chieti. Infatti lo  scorso 24 giugno la società Deco in un nota  annunciava, dalla giornata odierna, la chiusura dell’impianto stesso ai rifiuti non destinati alle operazioni di recupero. Però  la Regione Abruzzo ha concesso una moratoria di un mese rispetto a tale scadenza, per dare ai Comuni aderenti ad Ambiente Spa un lasso di tempo per riorganizzare il servizio. A tale proposito per la prossima settimana  si terrà un incontro per assumere le iniziative del ‘caso’.

Ha detto la Del Trecco:

appena ieri pomeriggio l’assessore regionale al settore Ambiente Mauro Di Dalmazio ha convocato una riunione con il dirigente del Servizio Gestione Rifiuti della Regione stessa, Franco Gerardini, alla quale hanno preso parte anche i rappresentanti della società Deco Spa, alcuni comuni soci di Ambiente e la stessa Ambiente Spa. All’ordine del giorno c’era l’esame della situazione venutasi a creare dopo l’invio della nota della società Deco la quale, lo scorso 24 giugno, ci ha comunicato che, in merito all’impianto di trattamento meccanico-biologico per la produzione di Cdr-Css situato in contrada Casoni di Chieti, in seguito alla diffida ricevuta dalla Regione Abruzzo, a partire dalla giornata odierna si sarebbe vista costretta a respingere il conferimento all’impianto stesso dei rifiuti che non fossero stati destinati alle operazioni di recupero. A fronte di tale situazione, il Comune di Pescara si è subito attivato anche con l’assessore alle Società Partecipate Marcello Antonelli e con il Direttore generale Stefano Ilari, in quanto la nostra prima preoccupazione era quella di tutelare i cittadini e di non lasciare sicuramente i rifiuti per strada e credo che al termine del vertice di ieri abbiamo raggiunto l’obiettivo.

Al termine dell’incontro il Presidente di Ambiente Spa ha infatti inviato, a nome dei 32 Comuni aderenti, un’istanza di moratoria per continuare i conferimenti presso l’impianto di contrada Casoni ricordando che il contratto tra Ambiente Spa e Deco non prevede alcunché in ordine alla possibilità dei comuni soci di utilizzare tale impianto anche come recupero dei rifiuti solidi urbani ivi conferiti; i Comuni soci hanno già approvato i propri bilanci di previsione che non contemplano costi aggiuntivi per il Css, costi che comunque richiedono tempo per affrontare eventuali variazioni di bilancio; infine è evidente che nel periodo estivo c’è una maggiore produzione di rifiuti nel territorio, specie sulla costa e tali decisioni difficilmente sono adottabili in piena estate. La Regione Abruzzo ha per ora accordato una moratoria di 30 giorni, dunque oggi il conferimento del pattume si è svolto in assoluta regolarità e i mezzi della Attiva hanno tranquillamente scaricato il pattume: nella prossima settimana ci convocheremo con tutti i Comuni di Ambiente per fare le opportune valutazioni. Ricordiamo che nel frattempo il Piano Provinciale dei rifiuti in cui abbiamo individuato nuove aree di conferimento è in fase di pubblicazione e per settembre dovrebbe approdare all’esame del Consiglio provinciale per l’adozione definitiva. E sempre a settembre Pescara aprirà la ricicleria, in via Da Fiora, a pochi passi dall’ex Cogolo, dove i cittadini potranno portare i propri rifiuti ingombranti.