Pescara, conclusi ieri i lavori ripavimentazione aree di risulta

PESCARA –  Si sono conclusi  ieri  i lavori di rifacimento della pavimentazione lungo il corridoio di ingresso al parcheggio delle aree di risulta, la strada che corre dinanzi al mercatino etnico,  da via Teramo sino alla storica locomotiva: due settimane fa l’impresa incaricata, la Facciolini Srl, ha iniziato a smantellare il vecchio tappetino d’asfalto, così come avvenuto nel tratto nord di Vittorio Emanuele e in via Silvio Pellico, dove venerdì è stato già completato il riasfalto. Lunedì pomeriggio sono partiti i lavori di riasfalto che ha però permesso di  ripristinare in tempo per Natale le condizioni di sicurezza e di piena agibilità di un asse trasformato in una strada ‘bombardata’, piena di fossi, buche, piccole voragini determinati dal transito quotidiana di migliaia di auto, a partire dagli autobus pubblici.

L’assessore alla Mobilità Berardino Fiorilli ha ricordato:

parliamo di piccoli grandi cantieri strategici che interessano il territorio e puntano a sanare carenze ormai storiche, come marciapiedi inesistenti, sepolti negli anni sotto strati di asfalto, o zone di forte dissesto, talvolta causato dal passaggio di mezzi pesanti, altrove dalle radici di piante, comunque punti della città oggi pericolosi, soprattutto per i pedoni, e dove da anni si attendono opere pubbliche . Lo scorso 14 novembre l’impresa che si è aggiudicata l’appalto per un importo complessivo di 300mila euro, la Facciolini Srl, ha transennato l’intero marciapiede lato monte dell’estremità nord di corso Vittorio Emanuele, l’asse pedonale che costeggia il vecchio muro della ferrovia, dove c’è il cippo installato a ricordo dei bombardamenti. Sistemate le transenne è intervenuta la squadra che ha avviato la demolizione dei marciapiedi, all’incrocio con la rotonda di via Michelangelo, senza creare interferenze con la viabilità; il marciapiede verrà ricostruito in betonella, come sul lato mare della strada.

Nel frattempo una seconda squadra ha aperto il secondo cantiere dello stesso appalto, che prevede il rifacimento totale del manto stradale della fascia di ingresso al parcheggio delle aree di risulta e che dall’incrocio con via Teramo giunge sino alla storica locomotiva, un asse dissestato esclusivamente dal passaggio quotidiano di migliaia di mezzi, a partire dagli autobus pubblici, che hanno contribuito a danneggiare un manto sicuramente inadeguato a sopportare il peso di mezzi pesanti. L’impresa ha prima smantellato il vecchio asfalto, rimuovendo gli strati superficiali, creando un manto ruvido sul quale abbiamo invitato gli automobilisti a transitare a bassa velocità per non danneggiare le gomme delle vetture. Da lunedì è partito il rifacimento della pavimentazione, opera conclusa oggi liberando l’area per il primo traffico natalizio. Già venerdì verrà rifatta anche la segnaletica orizzontale . Nei prossimi giorni l’impresa si sposterà a sud, su un tratto di via De Cecco, dov’è previsto il rifacimento di strada e marciapiede, a partire dal 16 dicembre, una volta che Pescara Distribuzione Gas avrà completato il rifacimento della rete di distribuzione del metano, e in una traversa di piazza Marino Di Resta, per il rifacimento anche della rete del collettore acque bianche.